Harry Potter, ti aspettiamo

Un amico speciale viene a trovarci a Milano. E quando dico speciale intendo davvero speciale.

1986117_1-Harry Potter e la pietra filosofale_Esec@01.indd

Andrea Polo

-

Era il giugno del 2016 e, come vi raccontai allora, per festeggiare la comunione di Marco decidemmo di portarlo in uno dei suoi luoghi culto; gli studios alle porte di Londra in cui sono stati girati i film di Harry Potter.

L'amore dei miei figli per il maghetto più famoso del mondo da allora non ha mai smesso di crescere e, se mai fosse possibile, ha continuato ad aumentare di giorno in giorno. Harry, Hermione, Ron e tutti gli altri sono ormai talmente presenti nella nostra quotidianità che, solo per farvi un esempio, la prima parola che Marco e Giovanni hanno voluto imparare nelle nostre lezioni di svedese è stata "bacchetta magica" (casomai incontraste maghi scandinavi, si dice trollstav, sappiatelo).

Lo scorso anno però, Harry è diventato grande, sono passati 20 anni dalla prima pubblicazione de la Pietra Filosofale; il mondo se ne è accorto e in Italia, ad esempio, la casa editrice Salani ha rieditato tutti i volumi con bellissime copertine che celebrano questo traguardo importante.

Mentre accarezzavo l'idea di tornare a festeggiare il giovane Potter a casa sua, qualcosa di veramente magico è accaduto; Harry ha deciso di passare a trovarci in Italia e, dal 12 maggio, a Milano, sarà aperta la mostra Harry Potter: The Exhibition (Fabbrica del vapore, via Procaccini 4, info, orari e biglietti: http://harrypotterexhibition.it/). 

Inutile dire quale sia stato l'entusiasmo dei due piccoletti alla comunicazione della notizia; basta poco perché si mettano a fantasticare su quello che vedranno, o rivedranno. Su ciò che non avevano osservato con attenzione e che adesso di sicuro vogliono fissare in mente.

Ci sarà la capanna di Hagrid, ma anche la Foresta Proibita. Potranno tuffarsi nell'atmosfera dell'aula di pozioni e rivedere Dobby e Fierobecco. Sarà un compleanno magico, anche se ancora abbiamo un dubbio; Marco si dichiara orgogliosamente Serpeverde, Giovanni Grifondoro. Chissà se il cappello parlante confermerà le loro idee. Noi di sicuro, caro Harry, ti stiamo aspettando, non fare tardi e, al limite, usa una passa porta che parcheggiare in via Procaccini può essere complicato, anche se guidi una Nimbus 2000.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Harry Potter e un viaggio magico che non dimenticheremo

Capita spesso di sentire parlare di figli che seguono le passioni dei padri. Io ho fatto il contrario seguendo quella di miei figli, per fortuna. Ed entrando in un mondo magico che difficilmente dimenticherò

Commenti