Federico Babina / federicobabina.com
Lifestyle

'Archiwriter', case immaginarie per grandi scrittori

Murakami, Orwell, Bukowski e tanti altri tradotti in strutture architettoniche, nelle composizioni dell'architetto e illustratore Federico Babina

L'architetto e illustratore italiano Federico Babina ha realizzato 'Archiwriter', un insieme di 27 suggestive illustrazioni sulle quali sono rappresentate immaginarie case di altrettanti grandi autori della letteratura. George Orwell, Charles Bukowski, Haruki Murakami, Ernest Hemingway, Dante Alighieri e tanti altri giganti della penna ripensati in strutture che ne fanno emergere con brillante efficacia i loro tratti distintivi in stile, espressione e poetica.

Del resto, come afferma lo stesso Babina nella presentazione del suo progetto, “immersi nella lettura di un libro ci si sente come dentro un'architettura, uno spazio metafisico avvolti dalle parole. […] Ogni storia letteraria ha una sua struttura specifica, si costruisce e si eleva con una cronologia propria con una tensione cambiante e una pelle avvolgente con toni e opacità differenti”.

Leggere le opere di grandi scrittori, in effetti, è un'esperienza che per molti è vissuta come una sorta di ingresso in altri luoghi, talvolta oscuri e profondi, altre volte invece luminosi e immediati. Luoghi immaginari che racchiudono sempre proprie, originali e riconoscibili strutture, firme indelebili degli stili e delle sensibilità degli autori.

Babina non è nuovo a questo genere di progetti. Sul suo sito, oltre ad Archiwriter, è possibile ammirare numerose e interessanti raccolte di illustrazioni, con le quali tenta di creare dialoghi e intrecci tra architettura e le più svariate forme espressive.

Federico Babina / federicobabina.com
Ti potrebbe piacere anche

I più letti