libia pescatori
(Ansa)
True
libia pescatori
Politica

I pescatori italiani sono ancora prigionieri in Libia contro qualsiasi legge e logica

Continua a suscitare polemiche e indignazione la sorte dei pescatori italiani, che da oltre un mese risultano prigionieri in Libia. A muoversi, nelle scorse ore, è stata anche l'Ugl che ha manifestato sul tema sia a Roma che a Mazara del Vallo. In particolare, il segretario generale del sindacato, Paolo Capone, ha dichiarato: "Il nostro equipaggio è salpato da Marsala in direzione di Mazara del Vallo dove abbiamo incontrato i famigliari dei pescatori rapiti e degli operatori del settore della pesca. Anche il Papa nell'Angelus di ieri ha pregato per la dozzina di uomini da settimane nelle mani degli uomini di Khalifa Haftar.

Lavoro

Sarà un autunno con 600 mila posti in meno

Sono quelli a forte rischio nei prossimi mesi in importanti settori industriali. E nel 2022 la disoccupazione è prevista al 12 per cento. Ma a fronte di proteste legittime e richieste di ammortizzatori sociali, manca un vero piano per gestire ristrutturazioni non più rinviabili. Neanche dopo l'allarme di Bankitalia.
True
Inchieste

Punizione alla pachistana

Si chiama «Karo kari»: è la barbarie dell'islam radicale che in quel Paese prevede l'omicidio di chi non accetta di sottomettersi al «volere di Allah». Com'è avvenuto per la giovane Saman Abbas, condannata dalla famiglia per il suo rifiuto di nozze forzate. Un fenomeno, quello dei matrimoni obbligati, accettato - e mai denunciato - da questa comunità (circa 120 mila persone) presente in Italia.

True