libia pescatori
(Ansa)
True
libia pescatori
Politica

I pescatori italiani sono ancora prigionieri in Libia contro qualsiasi legge e logica

Continua a suscitare polemiche e indignazione la sorte dei pescatori italiani, che da oltre un mese risultano prigionieri in Libia. A muoversi, nelle scorse ore, è stata anche l'Ugl che ha manifestato sul tema sia a Roma che a Mazara del Vallo. In particolare, il segretario generale del sindacato, Paolo Capone, ha dichiarato: "Il nostro equipaggio è salpato da Marsala in direzione di Mazara del Vallo dove abbiamo incontrato i famigliari dei pescatori rapiti e degli operatori del settore della pesca. Anche il Papa nell'Angelus di ieri ha pregato per la dozzina di uomini da settimane nelle mani degli uomini di Khalifa Haftar.

Lavoro

Stipendi bruciati dal declino

La paga annua degli italiani è tra le più basse d'Europa: 9 mila euro meno dei francesi, 12 mila meno dei tedeschi. I motivi? Un'industria in crisi e le politiche economiche che frenano la crescita dei compensi. Una via d'uscita sarebbe agganciarli ai risultati aziendali.
True
Apertura sito

Il lato oscuro dei signori del Golfo

Aggressioni sessuali, rapimenti di mogli e sparizioni di figlie ribelli. Morti per droga e festini trasgressivi. Dietro l'immagine di paladini della morale, emiri e sceicchi spesso nascondono violenze e perversioni. Che gli immensi patrimoni a volte non riescono a insabbiare.

True