Remuzzi: «Sul Covid qualcosa è davvero cambiato»
Giuseppe Remuzzi, direttore dell'Istituto «Mario Negri» di Bergamo (Heinz Troll, Ufficio stampa).
True
Remuzzi: «Sul Covid qualcosa è davvero cambiato»
Costume

Remuzzi: «Sul Covid qualcosa è davvero cambiato»

Il virus c'è ancora, ma la malattia non è più come prima. Tamponi a tutti? Ma no. E nella Fase 2 non è vero che abbiamo agito di fretta. Parla Giuseppe Remuzzi, direttore dell'Istituto «Mario Negri» di Bergamo. Che aspetta il vaccino, senza troppi timori.

Fine del mito «contagio zero» e crisi inflattiva: il brusco risveglio del 2022
Politica

Fine del mito «contagio zero» e crisi inflattiva: il brusco risveglio del 2022

True

In molti, spinti dalla politica, si sono convinti che con l'iniezione si sarebbe risolto il Covid. Non è così. Se, in aggiunta, si prendono in considerazione anche tutti i freni alla ripresa, c'è da attendersi un inverno che metterà alla prova molti italiani. Per questo motivo si deve «normalizzare» la pandemia il prima possibile, cercare di uscire dallo stato di emergenza sul piano psicologico ancor prima che giuridico, convivere con qualche spiraglio di incertezza senza sacrificare l’economia.

True
Costume

Achille Starace, il regista del fascismo

Novant’anni fa, il 7 dicembre 1931, veniva nominato da Benito Mussolini segretario del Partito. E con lui, fedelissimo ma irrequieto, si compì la costruzione dell’immagine del regime.

Continua a leggere Riduci