paesaggi-montagna
Omio
paesaggi-montagna
Italia

Aiutare l’Italia, un viaggio alla volta

Parte da Bergamo un progetto della piattaforma Omio, che devolve a un fondo una fetta del valore delle prenotazioni effettuate verso la città lombarda tra settembre e dicembre

L'iniziativa ha un nome indovinato, «The little things». Le piccole cose sono le minuzie, i frammenti di bellezza che fanno grandioso un viaggio. Specie in un'epoca in cui l'estremo esotico è irraggiungibile o sconsigliabile, ma c'è modo, e tempo, di riscoprire le meraviglie che ci circondano.

Come Bergamo, per esempio, con i suoi ampi dintorni, quei territori ampiamente colpiti dalla pandemia che meritano di essere visitati, a prescindere dal tipo di turismo che si predilige: più legato ai monumenti, all'enogastronomia, alle deviazioni dalle solite rotte, alla natura incontaminata tra montagne e vallate. C'è di tutto, per tutti.

Fino a dicembre, chiunque prenoterà il suo viaggio a Bergamo attraverso Omio darà un aiuto concreto al capoluogo. La piattaforma che permette di paragonare i prezzi e acquistare i biglietti di treni, autobus e aerei per trovare la soluzione più comoda e conveniente, devolverà una parte del valore di quegli acquisti al Fondo di mutuo soccorso, un ente nato allo scopo di aiutare e sostenere le famiglie e le attività più afflitte dagli effetti del coronavirus nella zona.

«Attraverso Adotta Bergamo, adotta l'Italia con Omio, vogliamo dare il nostro contributo al mondo dei viaggi, un settore duramente colpito dalla pandemia, auspicando una pronta ripresa che inizia dalle piccole cose. Troppo spesso abbiamo data per scontata la bellezza del semplice viaggiare e solo ora ci rendiamo conto quanto sia meraviglioso scoprire il mondo. Procedendo a piccoli passi possiamo realizzare grandi cose, e con questa campagna Omio vuole invitare tutti a fare la propria parte, contribuendo al rilancio di Bergamo e del turismo italiano» spiega Justin Wang, director of brand di Omio.

«Siamo molto felici di questa iniziativa e grati ad Omio per aver pensato alla ripartenza proprio da Bergamo» commenta Christophe Sanchez, amministratore delegato di Visit Bergamo. Che aggiunge: «Bergamo è stata la prima a essere colpita ma è stata anche la prima a saper reagire e ora siamo pronti ad ospitare i viaggiatori in un territorio sicuro e guarito che si è dotato di tutte le strategie per mantenere il controllo della situazione».

Ti potrebbe piacere anche

I più letti