cathay-pacific-1
Un momento della pulizia di un aereo (Cathay Pacific)
cathay-pacific-1
Viaggi

Coronavirus, come proteggersi in aereo

Le compagnie stanno rassicurando i passeggeri sulla loro estrema attenzione all'igiene. Ma anche noi, se proprio dobbiamo salire a bordo, possiamo cautelarci in autonomia - tutto sul Coronavirus

In piena emergenza Coronavirus dobbiamo restare a casa, è per il bene di tutti. Lo dicono il buon senso e, adesso, anche le norme. Ma se proprio dobbiamo viaggiare in aereo per motivi di lavoro, rientrare al nostro domicilio o per qualche improcrastinabile urgenza, meglio proteggersi.

Al di là del contatto prolungato e ravvicinato in uno spazio chiuso con altre persone potenzialmente infette, una delle paure maggiori che spinge a evitare gli aerei in epoca di Covid-19 è la presenza del virus nelle superfici con cui si entra a contatto con le mani, come il tavolino, il bracciolo della sedia, lo schermo del sistema d'intrattenimento. In effetti, non è un timore così immotivato frutto di una dose eccessiva di ipocondria.

Lo Speciale di Panorama.it sul Coronavirus

Nella pagina ufficiale delle domande e risposte del ministero della Salute, si legge che il virus può «sopravvivere alcune ore» sulle superfici. Ma anche che «l'utilizzo di semplici disinfettanti è in grado di uccidere il virus annullando la sua capacità di infettare le persone». E, nello specifico, si raccomanda di usare «disinfettanti contenenti alcol (etanolo) al 75 per cento o a base di cloro all'1 per cento (candeggina)».

Peraltro, nelle ultime settimane, complice un vistosissimo calo dei passeggeri, sia le organizzazioni che tengono in mano le redini dell'aviazione globale, sia le compagnie aeree stesse, hanno fatto di tutto per rassicurarci. Sul fatto che l'aria dentro la cabina è filtrata con la massima cura per renderla sterile, degna di un ospedale. Ma anche sottolineando con quanta cura un velivolo venga igienizzato prima del decollo. Potete leggere un nostro ampio approfondimento sul tema cliccando qui.

Cathay Pacific, una dei principali e più quotati vettori del cielo, ha voluto mostrare con alcune immagini – le trovate in apertura e qui sotto – come la cabina venga disinfettata tra ogni singolo volo, usando disinfettanti e prodotti raccomandati dall'Organizzazione mondiale della Sanità e dalla Iata, l'International Air Transport Association, che ha emanato tutta una serie di raccomandazioni, come quella destinata a hostess e steward, abbastanza basica però fondamentale, di lavarsi frequentemente le mani.

Cathay Pacific

La pulizia del pavimento dell'aereo.

L'igienizzazione riguarda tutte le aree comuni dell'aereo, come le cappelliere e naturalmente i bagni, la rimozione dei cuscini, l'aspirazione dei germi dalla moquette. E molta pazienza: il disinfettante viene lasciato ad asciugare all'incirca per mezz'ora.

Ora, questo è un esempio di buona condotta per un vettore che opera su rotte internazionali. Che tra un viaggio e l'altro fa un lungo rifornimento, riallestisce la cabina, carica le scorte di cibo per le varie classi. Comprensibile è qualche diffidenza verso le compagnie regionali o nazionali, che per necessità operative di rotazione dello stesso aeromobile, scaricano i passeggeri dopo un atterraggio e imbarcano subito quelli della tratta successiva.

Ebbene, in quel caso, possiamo fare noi stessi le veci del personale addetto alle pulizie. Che poi, emergenza Coronavirus a parte, sarebbe buona pratica in generale quando si sale su un mezzo così variamente frequentato come un aereo. Dunque, una volta messa la valigia nelle cappelliere, armati di salviettine disinfettanti (quelle che abbiano la composizione consigliata dal ministero della Salute), passiamone una sui braccioli, un'altra sul tavolino e, se c'è, sullo schermo touch o sul telecomando del sistema d'intrattenimento. Poi chiudiamoli in una bustina e puliamoci le mani strofinandole bene con un disinfettante liquido. Facciamo lo stesso prima di consumare un pasto o uno snack servito a bordo. E anche se andiamo in bagno e ci siamo lavati le mani, perché comunque avremo toccato la porta del wc e, se ci sono scossoni, altre superfici nel tragitto verso il nostro posto.

Non abbiate timore di sembrare maniaci del pulito ed eccessivamente prudenti. Di questi tempi, tenere alla salute propria e altrui, è un atteggiamento molto apprezzabile e apprezzato.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti