Parma Duomo
Ansa/Elisabetta Baracchi
Parma Duomo
Viaggi

Parma Capitale della Cultura 2020: gli eventi da non perdere

Mostre, concerti, spettacoli, visite al territorio e alle aziende: il fittissimo calendario di eventi di Parma2020 celebra la città emiliana, all'insegna della bellezza, dell'arte e del gusto

Parma è la Capitale italiana della Cultura 2020. Dopo Matera, il testimone passa alla città emiliana, che ha conquistato il titolo con un programma di oltre 400 eventi (in calendario anche in altre città emiliane come Reggio e Piacenza) e 32 progetti divisi in quattro tipologie: produzioni, cantieri, rassegne ed esposizioni.

Già nominata Città Creativa UNESCO per la Gastronomia (la prima ad aggiudicarsi questo titolo in Italia) ed epicentro della Food Valley italiana (l'Emilia-Romagna, la regione europea con la più alta concentrazione di prodotti DOP e IGP), la città del Correggio e di Verdi è anche arte, storia, tradizione e innovazione. Questi gli eventi da non perdere.

Parma e la musica

Nell'ambito della Stagione 2020 del Teatro Regio di Parma (10 gennaio – 12 maggio 2020), il Teatro Regio realizza un Festival speciale, dedicato alla rivoluzione del concetto di Tempo nelle arti del Novecento. Dal 19 settembre 2020 al 13 gennaio 2021, in occasione del Festival Verdi, Palazzo del Governatore è sede di "Opera!", mostra che racconta le dinamiche dell'opera dentro e fuori il teatro, in un viaggio tra fotografie, carteggi, documenti multimediali e registrazioni storiche, articoli di giornale, bozzetti, figurini e costumi.

Fino al 29 febbraio 2020, invece, Borgo Santa Brigida con "Emanazioni" sarà cornice di concerti di ogni genere (musica da camera, il Soul Jazz del trio Bernardi, la musica italiana e del mondo), spettacoli di danza (con i Boogie Killers, Loredana Tarnovschi, il gruppo Scanderberg), conferenze e presentazioni (Renato Giovannoli, Marco Deriu, Hisam Allawi) ma anche pittura e teatro, con il regista Vincenzo Picone e il laboratorio sugli Archetipi delle Fiabe.

Points of View

È la più significativa 'chiamata a raccolta' di fotografi di tutti i tempi, divisi tra professionisti, grandi maestri e amatori, che percorreranno insieme un cammino lungo oltre un anno per svelare ogni aspetto della città. Realizzato da Fabrica e curato da Oliviero Toscani, il progetto prevede anche incontri con grandi fotografi, tra i quali appunto Oliviero Toscani, Martin Parr, Steve McCurry e Giovanni Gastel, che racconteranno al pubblico la loro arte, trasformando Parma in una grande accademia diffusa di fotografia. In bicicletta alla scoperta della Food Valley Nella Bassa Parmense, percorsa per 30 chilometri dal grande fiume Po, ci si può avventurare attraverso un percorso ciclabile per scoprire le bellezze paesaggistiche, tra castelli e dimore storiche, e fermarsi a degustare le eccellenze enogastronomiche. Senza dimenticare che Parma è anche nota per i famosi Musei del cibo: del parmigiano Reggiano, del Culatello, della pasta, del vino, del Salame Felino, del Prosciutto di Parma, in una terra tutta da scoprire e assaporare.

Imprese aperte

Dall'inizio di marzo a fine novembre le aziende di Parma aprono le porte al pubblico per permettere ai visitatori di conoscere ogni aspetto della produzione e la ricchezza della tradizione. In totale, 30 realtà storiche sono protagoniste di oltre 200 appuntamenti suddivisi in "A porte aperte", dove le aziende aprono le loro sedi, le collezioni d'arte private e gli archivi; "Cultura dell'impresa", dove le aziende si raccontano attraverso i loro protagonisti e "Cultura in Impresa", incursioni culturali nelle aziende.

Parma e la Botanica

Rientra nel progetto "Pharmacopea" di Davines e Chiesi Farmaceutici, la prima personale italiana dell'artista britannica Rebecca Louise Law, nota per le sue installazioni realizzate con materiali naturali. Attesa il 28 febbraio all'Antica Farmacia e a Palazzo Ducale, è un vero e proprio viaggio attraverso la cultura botanica della città. In tema di cultura e di botanica, fino al 31 dicembre, tutti i mercoledì, nell'Orto Botanico e del Ponte Romano dell'Università di Parma sono in calendario gli "Aperitivi della conoscenza": un appuntamento dedicato alla divulgazione di temi di grande rilevanza scientifica con i ricercatori di tutte le discipline.

Musica a teatro, dal jazz a Fabio Biondi

"Il trionfo del tempo e del disinganno", attesa al Teatro Due con l'orchestra Europa Galante diretta da Fabio Biondi nel Chiostro di San Giovanni, è solo uno degli appuntamenti del fitto cartellone teatrale e musicale atteso per Parma2020.


James Raiotte


È un progetto molto coinvolgete "Il passato imminente" e non mancano suggestive installazioni come polifonia interattiva, dove l'inclusione sociale viene rappresentata dalle tecnologie e dalla musica. Ripercorre il viaggio dei prodotti dalla terra alla tavola "I laboratori del cibo" di Forum Solidarietà, mentre racconta la complessità del presente attraverso l'incontro di musica popolare delle nazioni di origine dei giovani musicisti coinvolti "La folà dell'oca", una produzione di Parma Jazz Frontiere. L'arte al Complesso monumentale della Pilotta Dopo aver ospitato "L'adorazione dei Magi" su concessione dell'Ermitage di San Pietroburgo, dal 21 ottobre 2020 al 13 gennaio 2021, al Complesso monumentale della Pilotta si potrà visitare la mostra "I Farnese: le arti e il potere. Architettura, pittura e meraviglia. Da Papa Paolo III a Elisabetta Farnese Regina 1513-1731". Articolata in diverse sezioni, l'esposizione è un omaggio alla casata che rese grande il Granducato di Parma e presenta opere provenienti da collezioni pubbliche e private italiane e d'Europa.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti