iStock
Tecnologia

Windtre lancia un numero verde in supporto agli anziani

Il numero verde 800.99.14.14 è a disposizione tutti i giorni dalla 14 alle 19 ed è completamente gratuito. Un aiuto concreto per i cittadini in cerca di compagnia o di un consiglio.

«L'emergenza sanitaria sta mettendo a dura prova la serenità psicologica della popolazione e le maggiori ripercussioni gravano sulle persone in situazione di fragilità quali gli anziani». Il presidente nazionale di Sipem Sos, Roberto Ferri ha così evidenziato una problematica importante, molto spesso trascurata nelle discussioni legate alle decisioni prese del Governo per fare fronte alla pandemia.

In questi ultimi mesi, la tecnologia ha rappresentato uno strumento indispensabile per comunicare, ed è proprio per questo motivo che Windtre - in collaborazione con Federanziani e Sipem Sos - ha deciso di avviare un numero verde per offrire supporto psicologico agli anziani che vivono soli e che l'emergenza ha costretto a casa. Il numero verde 800.99.14.14 è a disposizione gratuitamente tutti i giorni dalle 14 alle 19 e, a un mese dalla sua attivazione, si è rivelato un aiuto concreto ai cittadini over 65. Nel primo mese dall'attivazione, le persone che hanno telefonato sono state in prevalenza settantenni e ottantenni (rispettivamente il 30% ed il 28%) e sette su dieci abitano da sole. I principali motivi per cui si sono rivolte al numero verde sono la solitudine e la ricerca di compagnia, oltre che la preoccupazione per la propria salute o per situazioni familiari complesse e di disagio psicologico. Sono le donne a utilizzare maggiormente il servizio, per il 70% dei casi. Ma si sono rivolte al numero verde, in piccola percentuale, anche persone più giovani, per chiedere una consulenza sulle migliori soluzioni per aiutare i propri genitori, nonni o vicini di casa, dal punto di vista sia pratico sia psicologico.

Secondo gli psicologi e i volontari, gli anziani che hanno contattato l'800.99.14.14 hanno dimostrato di essersi adattati al lockdown, ma hanno risentito della situazione da un punto di vista emotivo. Alcuni sono stati disorientati dall'isolamento perché si sono ritrovati senza quel sostegno sociale esterno e quotidiano su cui potevano contare, come ad esempio frequentare la chiesa, andare dal panettiere o al centro sociale per anziani. Per loro, il numero verde ha rappresentato la possibilità di fare conversazione, ripristinare un contatto umano e ricevere suggerimenti su come meglio affrontare le difficoltà oggettive e psicologiche del momento.

Windtre si aspetta un graduale cambiamento delle richieste ora che è più facile uscire di casa e ci si può nuovamente incontrare. Nella fase due le insicurezze verso il mondo esterno saranno avvertite in maniera più forte da parte degli anziani. Da una parte c'è chi teme di non poter più tornare alla normalità e a tutti quei gesti spontanei come abbracciare i nipoti o salutarsi dandosi la mano. Al contrario, altri potrebbero vivere il graduale ritorno al contatto sociale con diffidenza. Per questo motivo, si è decido di mantenere attivo il numero verde e continuare a fornire il supporto necessario ad affrontare la «nuova normalità» e far diventare routine le nuove abitudini come l'utilizzo della mascherina e il rispetto delle distanza.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti