truth social donald trump
Truth Social
truth social donald trump
Social network

Donald Trump lancia Truth, il social anti Facebook e Twitter

L'annuncio della nuova piattaforma dell'ex Presidente Usa: "Nasce per opporsi alla tiranna delle Big Tech". La guerra con Zuckerberg Usa continua

Donald Trump è pronto a tornare sui social per far sentire la sua voce e rispondere alle big tech. Il riferimento è a Facebook e Twitter, che a inizio anno hanno chiuso le porte all'ex presidente americano dopo l'assalto al Congresso americano. Archiviata nel giugno scorso la breve parentesi della 'scrivania di Donald Trump', sezione del sito ufficiale che accomunava comunicati stampa e messaggi simili ai tweet, lo stesso Trump ha annunciato che sta per riprendersi la scena grazie a Truth Social (in italiano truth significa verità), nuova piattaforma social voluta proprio per creare una alternativa alle più note realtà tecnologiche che detengono un enorme potere.

Truth Social

"Ho creato Truth Social per oppormi alla tirannia delle Big Tech. Viviamo in un mondo in cui i talebani hanno una presenza enorme su Twitter, ma il vostro presidente americano preferito è stato messo a tacere. Questo è inaccettabile. Sono entusiasta di inviare la mia prima Truth molto presto. Tutti mi chiedono perché qualcuno non si oppone alle Big Tech? Eccoci, siamo qui per questo e lo faremo presto!", ha commentato Trump nella nota di lancio della piattaforma.

In rampa di lancio in fase beta per i primi ospiti su invito dal prossimo novembre, Truth Social punta a "incoraggiare conversazioni globali, aperte, libera e onesta senza discriminare l'ideologica politica di nessuno". La piattaforma diventerà gradualmente disponibile per gli utenti americani nel corso del primo trimestre 2022 (chi è interessato a provarlo può richiedere l'invito qui). Il nuovo canale social è il primo prodotto nato dalla fusione tra Trump Media & Technology Group (TMTG) e Digital World Acquisition Corp, con quest'ultima che ha raccolto 293 milioni di dollari per il processo di crescita di TMTG, destinata alla quotazione in borsa.

Al netto di investimenti, asset e debiti, l'affare si aggira sugli 875 milioni di dollari, con il social network Truth che nei prossimi mesi sarà affiancato da un servizio video on demand TMGT+, che offrirà notizie, podcast e altri formati mirati all'intrattenimento. La missione, come si legge nella nota del gruppo, è "creare una alternativa al consorzio liberale dei media e combattere contro le aziende Big Tech della Silicon Valley, che hanno usato il loro potere unilaterale per mettere a tacere le voci contrarie in America". Per gli analisti politici statunitensi, il lancio di Truth e i prossimi piani sulla tabella di marcia sono un segnale che rafforza la possibilità della candidatura di Donald Trump alle elezioni presidenziali Usa del 2024.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti