Facebook lancia Campus, il social dedicato agli studenti universitari
Facebook
Facebook lancia Campus, il social dedicato agli studenti universitari
Social network

Facebook lancia Campus, il social dedicato agli studenti universitari

In arrivo una nuova sezione esclusiva di chi studia per mantenere i contatti con l'ateneo e i compagni di corso, con l'obiettivo di bloccare la fuga dei giovani verso Instagram e TikTok

Siamo stati abituati nel corso dell'ultimo decennio alle tante novità lanciate da Facebook ma ancora non si era visto l'arrivo di un social network nel social network. Sembra un gioco di parole ma è la sintesi di Facebook Campus, la nuova sezione della piazza virtuale da oltre due miliardi di utenti dedicata agli studenti universitari. Costretti dall'emergenza sanitaria a restare confinati a casa e rinunciare quindi al vissuto collettivo con i compagni di corso, gli iscritti al college avranno ora uno spazio virtuale esclusivo per riconnettersi con il proprio ateneo, quindi per riallacciare le relazioni con gli amici, partecipare a gruppi di studio, ampliare la propria cerchia unendosi a studenti con cui si condividono gusti e interessi (dallo sport al teatro, passando per scienza, volontariato e molti altri passatempi e campi del sapere.

Facebook Campus, nuova sezione del social network per gli studenti universitari

Facebook


Guardare agli studenti non è certo una novità per Facebook, nato proprio in una università, Harvard, con Mark Zuckerberg che insieme ai suoi compagni dell'epoca mossi dalla volontà di mettere in contatto tra loro gli iscritti e le iscritte dell'ateneo di Boston, restando all'inizio uno strumento circoscritto ad altri college della zona per poi allargare gli orizzonti e consentire l'accesso a tutti le persone maggiori di 13 anni. In sostanza, quindi, come evidenziato dalla nota pubblicata sul blog aziendale da Charmaine Hung, uno dei manager del progetto, si tratta di un ritorno alle origini anche se lo scenario è totalmente cambiato e per accedere a Campus serve un profilo secondario differente da quello personale già attivato sul feed principale. Per entrare nella nuova sezione disponibile sull'applicazione di Facebook occorre l'email dell'università e l'anno in cui si è ottenuto il diploma di scuola superiore, con la successiva opportunità di ritrovarsi con i soli compagni di studio in un'area lontana dagli occhi indiscreti di adulti e genitori.

L'idea è di fornire uno spazio ad hoc per mantenersi aggiornati sul programma dei corsi e le lezioni da seguire tentando di fare gruppo pur restando a distanza, iniziando il test in più di trenta università americane (con alcune che hanno chiuso accordi con il social network assicurando la pubblicazione di informazioni e aggiornamento specifici per Campus, così da incentivare gli studenti a provare la nuova sezione), con la possibilità di replicare il progetto su ampia scala, partendo da alcuni dei mercati principali di Facebook, che tuttavia non ha chiarito se e quando si varcheranno i confini statunitensi.

Le passate esperienze con altre funzionalità e la necessità di offrire strumenti utili capaci di catturare l'interesse degli studenti lascia presagire l'intenzione di arrivare in altri paesi, anche perché la fascia giovanile è quella che sta negli ultimi anni continua ad abbandonare Facebook per approdare su altri canali social, in particolare su Instagram (e fin qui tutto bene perché si resta nel pianeta Zuckerberg, proprietario tramite la società Facebook Inc. del social fotografico, di WhatsApp, di Oculus e di Giphy) e TikTok che, per capacità e rapidità di crescita, rappresenta un potenziale rivale ma che al momento è invischiata nella battaglia Usa-Cina circa la presenza e proprietà dell'azienda in terra americana. Le stime parlano di circa 15 milioni di iscritti statunitensi inclusi tra i 13 e i 35 anni che nel corso dell'ultimo triennio hanno abbandonato Facebook, una fuga che Zuckerberg punta a cancellare mediante una serie di novità: dalle clip di 15 secondi di Instagram Reels, all'imminente Campus indirizzato agli studenti, in attesa di altri annunci che non tarderanno ad arrivare.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti