snapchat
Snapchat
snapchat
Tecnologia

Fotocamera, nuovi Spectacles e realtà aumentata, le novità di Snapchat

Ci sono novità per l'app finita un po' nel dimenticatoio

Con la scena dominata dalle trasformazioni in atto di Facebook, Twitter, Instagram e Clubhouse, Snapchat era finita un po' nell'ombra, almeno alle nostre latitudini, mentre invece l'applicazione si appresta a percorrere nuove strade, con la fotocamera e la realtà aumentata al centro delle molte funzionalità in arrivo, annunciate nel corso dell'annuale Snap Partner Summit, svolto quest'anno in formato virtuale, come tutte gli altri eventi e presentazioni andate in scena finora.

Snapchat

Ideatrice dei messaggi effimeri, con i contenuti a scomparsa dopo un tempo prestabilito dall'invio che hanno attirato Facebook (la cui offerta da 3 miliardi di euro per l'acquisizione fu rispedita al mittente otto anni fa dal cofondatore Evan Spiegel), Snap conta ora su circa 500 utenti attivi al mese (280 milioni sono coloro che utilizzano l'app ogni giorno) e sta crescendo molto fuori dal Nord America e dall'Europa, da dove arriva il 40% della community, con la maggior parte dell'utenza legata al mondo Android.

Come cambia la fotocamera

Le 5 miliardi di foto (chiamate snap dalla società) scambiate ogni giorno danno l'idea di come e quanto viene usata l'applicazione, che si arricchisce partendo proprio dalla fotocamera. L'idea base è renderla più inclusiva, con l'aiuto di direttori della fotografia per migliorare la resa degli scatti e dei video, in particolare quando i soggetti sono persone di colore, poiché gli algoritmi sono di norma 'programmati' per persone dalla pelle chiara. Il focus principe per allargare gli orizzonti e le opzioni a disposizione degli utenti è la realtà aumentata. La prima novità è l'arrivo del pulsante Scan sulla schermata principale della fotocamera, che conta su nuove categorie informative: Screenshop, che fornisce consigli per lo shopping a chi scansione l'abbigliamento di un amico o seleziona una foto dai Ricordi, e Allrecipes, che invece offrirà suggerimenti sulle ricette in base agli ingredienti inquadrati dalla fotocamera dell'app. Oltre alle milioni di Lenti, inoltre, con l'introduzione di Camera Shortcuts gli utenti avranno una serie di strumenti creativi per catturare i momenti quotidiani, con consigli su modalità, colonne sonore e le stesse lenti che meglio si abbinano alla scena.

La lente speciale per i Lego e la moda

In arrivo c'è pure l'aggiornamento di Lens Studio, con il lancio della prima Connected Lens firmata in collaborazione con Lego, e il simulatore di tessuti ed effetti visivi 3D Body Mesh, che va a rimpolpare le possibilità per i più creativi di sfruttare e divertirsi con un'esperienza di realtà aumentata che si avvicina alla realtà vera. La moda è uno degli ambiti più indicati per cavalcare le novità introdotte, tanto che Snap ha finalizzato accordi con Farftech e soprattutto Prada, con le funzionalità di riconoscimento dei gesti che consentono ai potenziali acquirenti di segnalare alla fotocamera quando vogliono provare un altro articolo.


Gli strumenti per i creator

Come dimostrato dalla battaglia tra social, app di messaggistica e tutte le piattaforme che si reggono anche e sopratutto sui contenuti realizzati e rilanciati dagli utenti più attivi e seguiti, anche Snap si è mossa per stuzzicare l'appetito dei migliori creator. A loro sono dedicate le nuove opportunità di monetizzazione, come Story Studio, app indipendente che mette a disposizione strumenti di editing di precisione per creare contenuti professionali e video verticali direttamente con lo smartphone. E per facilitarne il lavoro degli appassionati Story Studio, che sarà lanciato entro la fine dell'anno e sarà gratuito per i dispositivi iOS, offrirà anche informazioni aggiornate sui trend più gettonati, un catalogo di tracce musicali, clip audio ed effetti visuali in realtà aumentata. Amplia il raggio d'azione Spotlight, funzione che premia gli utenti per le clip più popolari, che a stretto giro sarà disponibile in versione web così da consentire la visione dei contenuti anche a chi non un account Snapchat. Opzioni diverse, insomma, per facilitare la buona riuscita dei video, così da favorire l'apprezzamento dei fan e l'ampliamento dei seguaci.


La svolta ambientale

Con il tema sempre più sentito e presente nelle future mire delle più grandi società tecnologiche, anche Snap segue la scia e si muove in favore dell'ambiente. Lo fa siglando partnership con Re:wild (organizzazione fondata da Leonardo Di Caprio) e il National Park Service per preservare i boschi della California, con la copertura delle spese per la piantumazione di 10.000 alberi e 100.000 piante e una campagna per sensibilizzare gli snapchatter sugli effetti del cambiamento climatico su paesaggi e comunità. "Siamo un'azienda californiana e il nostro team ha visto con i propri occhi gli effetti devastanti del cambiamento climatico in questa zona - solo nell'ultimo anno ci sono stati siccità, incendi disastrosi e inondazioni inimmaginabili," ha affermato Ben Schwerin, Senior Vice President for Content and Partnership di Snap. La tabella di marcia prevede, però, la riduzione di emissione di gas serra e il ricorso massiccio all'elettricità rinnovabile in tutte le sedi globali.


I nuovi Spectacles con la realtà aumentata, che non puoi comprare

Ultimo ma non per importanza è l'arrivo dei nuovi Spectacles, la quarta generazione degli occhiali da sole creati dalla stessa società americana, che per la prima volta integrano la realtà aumentata. Ma che non saranno in vendita poiché destinati ai creator. Pesano 134 grammi, hanno una autonomia di circa 30 minuti (che dipende dal tipo e dal modo di utilizzo), un doppio display 3D e campo visivo di 26,3 gradi, con luminosità fino a 2000 nits per una buona visibilità indoor ed esterna. Con una latenza di 15 millisecondi di fotogrammi per fotone, contano su 2 fotocamere, 4 microfoni integrati, doppio altoparlante stereo e controlli touch. Chi li indossa può esplorare tutte le nuove funzionalità annunciate da Snap, inclusi i comandi vocali per visualizzare certe tipi di lenti, senza l'uso delle mani. Che servono per premere il tasto per catturare clip di 10 secondi e condividerli all'istante (c'è un led che si illumina quando è attiva la registrazione).

Ti potrebbe piacere anche

I più letti