ZTE lancia il primo smartphone al mondo con fotocamera sotto il display
ZTE Axon 20 5G
ZTE lancia il primo smartphone al mondo con fotocamera sotto il display
Smartphone e tablet

ZTE lancia il primo smartphone al mondo con fotocamera sotto il display

La nuova tecnologia cambierà parzialmente il look dei telefoni lasciando completamente libero lo schermo

Sarà una delle innovazioni più interessanti dei prossimi smartphone, ma il primato spetta a ZTE che ha annunciato ufficialmente il nuovo dispositivo Axon 20 5G, il primo al mondo con fotocamera sotto il display. A dire il vero qualcosa di embrionale si era già visto sul mercato ma lo smartphone dell'azienda cinese è il primo a garantire una qualità senza limitazioni.

Per l'utente cambia poco dal punto di vista dell'utilizzo, se non per il fatto di avere uno schermo senza notch, buchi o interruzioni. Dal punto di vista tecnico la sfida è invece tutt'altro che banale. L'implementazione di una camera sotto lo schermo presuppone infatti una totale ingegnerizzazione del telefono, l'utilizzo di materiali speciali, nuovi chip e algoritmi di controllo.

Nel caso dell'Axona 20 5G ZTE per bilanciare le prestazioni del display e della fotocamera frontale da 32 megapixel ha adottato materiali ad alta trasparenza che includono nuove pellicole organiche e inorganiche, migliorando così la luminosità in ingresso.

Inoltre, sono stati impiegati un chip integrato indipendente a doppio controllo e circuiti driver integrati, per consentire la sincronizzazione dei colori tra la telecamera frontale e il display convenzionale. Inoltre l'azienda cinese ha ZTE, ha creato una speciale matrice in grado di ottimizzare i pixel e migliorare la coerenza del display, creando così una trasmissione più naturale.

Al momento il telefono sarà commercializzato solo nel mercato cinese con un prezzo indicativo di circa 300 euro, ma il primato di ZTE è pronto ad essere minacciato dall'annuncio di altre aziende. Nei prossimi mesi è possibile infatti che verranno annunciati nuovi prodotti con questa innovazione, sono infatti al lavoro Oppo, Xiaomi e Vivo. Rumor online danno per probabile l'adozione di questa tecnologia anche sul prossimo Samsung Galaxy S30.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti