xiaomi 11T Pro
(Xiaomi)
xiaomi 11T Pro
Smartphone e tablet

Xiaomi 11T Pro, lo smartphone con la ricarica più rapida di tutti

Il produttore cinese lancia un sistema che fa il pieno di energia in 17 minuti in un telefono che promette video da cinema: prezzi da 649,90 euro. In arrivo anche i modelli più economici 11 Pro e la versione Lite

Una sintesi di quanto proposto, con novità d'impatto in due degli elementi più importanti nell'esperienza d'uso di uno smartphone. Xiaomi si rinnova guardando al passato ma proiettandosi nel futuro, perché la nuova famiglia (che abbandona dalla denominazione il tradizionale Mi in favore della T, sinonimo di tecnologia) è un "perfezionamento delle tecnologie già viste sugli ultimi top di gamma con innovazioni per fotocamera e batteria", chiosa Davide Lunardelli, capo del marketing di Xiaomi Italia. Il mix lo si trova all'interno di Xiaomi 11T Pro, apice della gamma che riunisce la versione base e quella Lite NE, che spicca per le peculiarità del segmento video-fotografico. Come ha dimostrato ieri Apple con l'attenzione riposta nel comparto nei nuovi iPhone 13, registrare clip è una delle attività più gettonate dagli utenti, attirati da sistemi e funzionalità che, grazie all'intelligenza artificiale, consente di realizzare filmati divertenti, perfetti per far colpo sui social media, senza dover sfoggiare conoscenze di settore approfondite.

Xiaomi 11T Pro, lo smartphone per video d'autore

Xiaomi


Xiaomi mira a solleticare l'interesse dei giovani anche e soprattutto con la modalità one-click AI Cinema, culmine dell'approccio Cinemagic sbandierato dall'azienda, legato a doppio filo alla facilità di creare contenuti tramite strumenti ad hoc. Come dimostrano i 6 effetti disponibili per editare i filmati, la registrazione in 8K e in 4K a 60 fps che semplificano la realizzazione delle clip aumentando le probabilità di buoni risultati. Una prima esperienza in tal senso l'abbiamo avuta durante la prova sul campo effettuata a Venezia, a margine del 78° Festival del cinema di scena nella città lagunare. Per scattare e registrare video c'è la tripla fotocamera posteriore, con al centro l'ormai noto grandangolo da 108 megapixel, un ultra-grandangolo da 120 gradi e un telemacro 2x (la fotocamera frontale è da 16 MP).

Tornando alla creazione dei contenuti, una citazione merita Audio Zoom, che permette di ingrandire gli oggetti sia otticamente che acusticamente (estraendo cioè un suono rispetto all'audio ambientale). Ma per sorprendere amici e seguaci le opzioni sono tante: da Time Freeze, con cui ritagliare e far rivivere una parte di una clip bloccando l'altra, a Slow Shutter, che consente di replicare il tipico effetto scia che si vede sul grande schermo. Uno dei più gettonati sarà di sicuro Magic Zoom, non solo per il nome, poiché permette di focalizzarsi sullo sfondo lasciando da parte il soggetto in primo piano. Sullo stesso livello, come probabile reazione degli utenti, sarà Freeze Frame, utile per giocare con l'effetto clone e riempire un video con la propria immagine, giocando tra moltiplicazione e sottrazione.

La carta vincente dello smartphone, tuttavia, è la ricarica rapida da 120W (il caricatore, più grande della media, è incluso nella confezione), che consente di passare da 0 al 100% di energia in 17 minuti, toccando il 72% in soli 10 minuti. Una velocità da record per il settore, dovuta allo sviluppo in casa della tecnologia HyperCharge, che riduce di molto la possibilità di restare a secco, poiché basterà mettere in carica il telefono durante una pausa o prima di cambiarsi e uscire per assicurarsi un'autonomia di diverse ore. Xiaomi ha centrato il traguardo grazie in particolare alla doppia colonnina di carica e alla struttura della batteria da 5000 mAh a due celle (da 2500 mAh ciascuna). Scelte che poggiano su 34 misure di sicurezza, con il monitoraggio della temperatura in tempo reale per salvaguardare lo stato della batteria (che gode della certificazione TÜV Rheinland Safe Fast-Charge System). E se ne facciamo una questione di tempi, pazienza che il sistema manchi della ricarica wireless, prossima meta di un sistema per la ricarica veloce che sarà a bordo di tutti i futuri modelli di smartphone di alta gamma del marchio du Pechino.

Dotato di processore Qualcomm Snapdragon 888, Xiaomi 11T Pro conta su un display piatto AMOLED FHD+ da 6,67", con frequenza di aggiornamento a 120Hz, luminosità massima di 1000 nit e vetro protettivo Corning Gorilla Glass Virtus, l'ultimo e più resistente modello sul mercato. In arrivo il 28 settembre nei colori celestial blue, meteorite gray e moonlight white, Xiaomi 11T Pro sarà disponibile nelle due configurazioni di Ram e storage 8GB+128GB e 8GB+256GB, con prezzi nell'ordine di 649,90 e 699,90 euro. La prima versione sarà in vendita anche su Amazon, la seconda presso i Mi Store italiani, dove Xiaomi continua a crescere dopo aver centrato la leadership come distributore. La versione da 8GB+128GB sarà possibile acquistarla dalle ore 13.00 su mi.com a un prezzo early bird di 599,90€, valido per 24h, in bundle con Mi TV P1 32'' fino a esaurimento scorte. Chi acquisterà il prodotto su Amazon invece oltre al prezzo promo otterrà un voucher del valore di 100€ da applicare direttamente nel carrello al momento dell'acquisto.

Sempre dual-sim e tutti 5G, i due modelli che completano la famiglia scontano alcune inevitabili mancanze sul lato tecnico, compensati da un cartellino più abbordabile. Xiaomi 11T si affida a un chip MediaTek Dimensity 1200 Ultra e caricatore da 67W (da 0 al 100% in 36 minuti) con prezzo di 599,90 euro per la versione da 8GB+256GB, disponibile dal 12 ottobre (il taglio di memoria minore, da 128GB, costerà 549,90 euro). Chip Snapdragon 778 e caricatore da 33W per il più piccolo della casa, Xiaomi 11T Lite NE, in vendita a 449,90 euro nella configurazione 8GB+128GB e a 399,90 euro nel taglio che riduce la Ram a 6GB mantenendo la stessa quantità di memoria interna, 128GB.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti