samsung-ecosistema-apertura
Samsung
samsung-ecosistema-apertura
Smartphone e tablet

Samsung, tutti i nuovi prodotti. Le foto, le funzioni, le disponibilità e i prezzi

Lo smartphone pieghevole Galaxy Z Fold2, lo smartwatch Galaxy Watch3, le cuffie Galaxy Buds Live, il tablet Galaxy Tab S7+. Gli ultimi tasselli dell'ecosistema della casa coreana

Se si vuole riassumere l'evento agostano di Samsung di presentazione dei suoi ultimi prodotti, in streaming ma con pubblico plaudente connesso via webcam dietro i presentatori (la soluzione più intelligente vista finora per questo tipo di appuntamenti a distanza), basta usare la formula di quattro parole ripetuta quasi allo sfinimento: «Navigate the next normal». Adattarsi al meglio alla situazione eccezionale che tutti stiamo attraversando e che collima con la prossima normalità.

«Vogliamo aiutare gli utenti a vivere una vita migliore» è stata un'altra chiosa ricorrente. Che può sembrare troppo se si parla di smartphone e dintorni, ma se contribuiscono a lavorare, divertirsi, allenarsi, dormire in maniera più soddisfacente e a tenere sotto controllo il proprio stato di salute, non è poi così inesatto. Dei nuovi Note20 abbiamo detto ampiamente in questo articolo, dunque non ci dilunghiamo oltre. Ecco le cose essenziali da sapere sulle altre novità.

samsung-fold-2 Samsung

L'evoluzione del pieghevole

È stato tra i primi smartphone con lo schermo flessibile ad arrivare sul mercato, ora il Galaxy Z Fold giunge alla seconda generazione. Lo Z Fold2 5G recepisce i feedback dei consumatori, che hanno usato in modo assiduo lo schermo frontale, quello da chiuso, portato dunque a 6,2 pollici. Ha molto senso, si può fare tutto con il telefono senza doverlo aprire. Se invece c'è bisogno di più spazio, dentro c'è quello che di fatto è un tablet da 7,6 pollici. Chi non ha remore a portarsi dietro un dispositivo dalle dimensioni non proprio trascurabili, avrà una delle migliori esperienze d'uso possibili in mobilità. Durante la presentazione sono stati mostrati molti degli sforzi ingegneristici per consentire a una lastra sottilissima di vetro di piegarsi, gli strati superiori e inferiori per proteggerla, i meccanismi per pulire in automatico il dispositivo da sporco e altri residui, ispirati ai robot aspirapolvere. Il lavoro dietro le quinte è chiaramente immane e si riflette anche nel design, che assottiglia lo spessore rispetto a prima, lima la collinetta del telefono da piegato. C'è anche un'edizione co-firmata con lo stilista americano Thom Browne, che aveva pure collaborato con lo Z Flip. Insomma, forma e sostanza. I preordini dovrebbero aprirsi il prossimo 1 settembre, quando Samsung svelerà altri dettagli durante un evento dedicato, probabilmente quello che sostituirà la classica conferenza dell'Ifa di Berlino.

samsung-buds Samsung

Ti sento, ma ti vedo a stento

Dalle AirPods Pro, le regine della categoria, alle alternative di Huawei, Sony e ampi dintorni, è chiaro che quello degli auricolari senza fili è un mercato fiorentissimo. Samsung vuole dire la sua con i Galaxy Buds Live, che scompaginano la categoria destrutturando quelli che sono i capisaldi estetici della concorrenza. Niente effetto spazzolino da denti, non ci sono protuberanze bianche o di altre nuance che escono fuori dalle orecchie, né sporgenze rotonde, rettangolari, ovali che fanno un po' effetto corpo estraneo. Si adagiano direttamente nel padiglione auricolare e, nella colorazione Mystic Bronze che è senz'altro la più riuscita della gamma, diventano quasi una seconda pelle. Le proveremo per raccontarvi la resa audio, sulla carta è molto promettente. C'è la cancellazione del rumore, che da corollario è diventato un tassello fondamentale per questa tipologia di prodotti. Hanno tre microfoni per farsi sentire in modo eccellente dal proprio interlocutore e permettere agli algoritmi di pulire l'audio, i driver sono da 12 millimetri, che in altri modelli hanno dimostrato di saper essere di buon livello. Staremo a sentire. Saranno in preordine fino al 20 agosto e disponibili dal giorno successivo a 189 euro. Quasi 100 euro in meno delle AirPods Pro. La sfida è aperta.

samsung-watch3 Samsung

L'ora della salute

Se un demerito si poteva trovare alla vecchia generazione del Galaxy Watch, era il fatto di non essere discretissimo al polso, diciamo anche un po' impegnativo. Grosso, ecco. La sua evoluzione, il Watch3, lo mette a dieta riducendone l'ingombro e il peso (del 15 per cento), incrementandone invece le caratteristiche tecniche di bordo. Disponibile in una versione più piccola da 41 millimetri e una più grande da 45 millimetri, usa l'intelligente meccanismo della ghiera rotante per consentire la navigazione tra le app. Si tratta di un personal trainer da polso, non solo nel senso figurato o promozionale del termine: ha caricati in memoria 120 allenamenti da fare a casa e ci dice se li stiamo eseguendo bene oppure no. Dà consigli anche per correre meglio, monitora i progressi cardiovascolari per farci vedere come consumiamo l'ossigeno. Ha anche altri effetti speciali di serie, meno sportivi e più modaioli: possiamo scattare una foto al nostro outfit e ottenere sul quadrante colori analoghi, che si abbinano alla perfezione. Virtù che per un orologio analogico sono impossibili. O meglio, che siano virtù è a giudizio di ciascun consumatore. Ci sono tantissime varianti, lussuose e non. Sarà disponibile dal 7 agosto a partire da 429 euro. Chi lo copra entro il 20 agosto riceve in omaggio un wireless battery pack.

samsung-tablet Samsung

Lo smartphone xxl

Mancherebbero due elementi per completare l'ecosistema di ultima generazione della casa coreana. I pc sono stati presentati nelle scorse settimane, incluso questo ultra-portatile che ci ha impressionati molto favorevolmente. Lato tablet, Samsung vuole rivaleggiare frontalmente con l'iPad nelle sue varie versioni presentando i Galaxy Tab S7 e S7+. Partiamo a ritroso, da disponibilità e prezzi: saranno sul mercato dal 21 agosto, a 749 euro nella versione Wi-Fi e 849 euro in quella 4G. La versione Plus parte da 949 in quella Wi-Fi e arriva a 1.149 per la 5G, più di molti pc. Ma in fondo questi tablet, computer lo sono anche. Sono quell'espressione del lavoro in ultra-mobilità di chi cerca uno schermo nitidissimo e di dimensioni più che comode. Quasi accostabili, per l'appunto, a un notebook. Il Tab S7+ ha un display Super Amoled da 12,4 pollici (l'altro da 11), che lo porta a scontrarsi frontalmente con l'iPad Pro, gli si può abbinare una tastiera, un mouse bluetooth e comandarlo con la penna. Insomma è un hub per il divertimento e il lavoro, con una fluidità estrema, visto che la frequenza di aggiornamento del display è 120 Hz. E la batteria da oltre 10 mila mAh permette fino a 15 ore di riproduzione video. Per chi, oltre che un nomade digitale, è pure uno stakanovista.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti