L'app anti incubo
(NightWare)
L'app anti incubo
Smartphone e tablet

Notti insonne per gli incubi? Niente paura, arriva l'app che cancella i brutti sogni

Si chiama NightWare ed è indicata per chi ha disturbi del sonno, funziona solo con Apple Watch e quando si accorge dei brutti sogni fa vibrare il dispositivo

Si parla spesso della tecnologia come ambito privo di limiti, poiché ha la potenzialità di impattare e mutare oggetti, processi e meccanismi. Una specie di factotum insostituibile in tanti settori in un elenco al quale si aggiungono, ora, anche gli incubi. Sì, perché per contrastare i brutti sogni che rovinano il riposo notturno è arrivata un'applicazione che promette di risolvere un problema fin troppo diffuso e sottovalutato come lo stress post traumatico. Ma bisogna subito sgombrare il campo dagli equivoci e dalle facili battute, poiché l'app NightWare è stata approvata dalla Food and Drug Administration (l'ente che gestisce la regolamentazione dei prodotti farmaceutici e alimentari) per la disponibilità sul mercato statunitense, senza contare che per utilizzarla occorre una prescrizione medica, proprio perché concepita per chi soffre di rilevanti disturbi del sonno.

NightWare, l'app che combatte gli incubi 

NightWare


Una vibrazione per fermare i brutti sogni

Un test con risultati efficaci su 70 pazienti durato poco più di un mese è stato il primo passo per l'arrivo di NightWare, che per ora è una esclusiva dei possessori di Apple Watch. Sfruttando giroscopio e accelerometro dell'orologio realizzato a Cupertino monitora il riposo tenendo sotto controllo la frequenza cardiaca e altri parametri di chi chi lo indossa, per analizzare così la qualità del sonno ed eventuali disturbi collegati. La fase di studio si aggira sui 10 giorni, tempo necessario al software per comprendere se e quando l'utente sia alle prese con un incubo da stress. In caso affermativo, l'app interviene innescando la vibrazione del Watch, che in principio ha una breve intensità per non interrompere la dormita e poi, in caso di difficoltà del destinatario a recepire l'avviso, aumenta fino ad assestarsi a un ritmo consono con la tipologia di sonno di chi usa NightWare.

Si usa quando si dorme, mai in altri circostanze

Al centro del processo c'è pure l'immancabile algoritmo, cui si deve l'impostazione del profilo personalizzato per ogni utente. Chi fosse interessato deve, tuttavia, tener presente diversi dettagli, partendo dal presupposto che l'applicazione è soltanto una opzione all'interno di un percorso che passa da vari step e il ricorso a diversi rimedi. Allo stesso tempo, NightWare va attivata solo ed esclusivamente quando si decide di dormire, non durante il giorno, né quando ci si stende sul letto per leggere un libro, guardare la televisione o navigare con lo smartphone.

Un altro tassello per il dispositivo che monitora la salute

Al momento non ci sono certezze sulla possibilità che l'app anti incubo possa arrivare in Italia, e pure se ciò avverrà rimane impossibile prospettare tempistiche poiché bisognerà passare in rassegna e regolamentarne l'utilizzo. Il dato certo, però, non manca, poiché dopo l'ecocardiogramma, la più recente saturazione dell'ossigeno nel sangue e la funzione per il rilevamento delle cadute, Apple Watch sta diventando sempre più un dispositivo votato al controllo della propria salute. Senza mai dimenticare, però, che i valori riportati non sostituiscono quelli ottenibili con strumenti medici professionali, che restano il riferimento più importante per ogni eventuale malessere percepito.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti