Motorola
Smartphone e tablet

Moto G 5G Plus, lo smartphone che guarda ai giovani

Motorola vuole democratizzare il 5G e ci prova con un modello da 399,99 euro che offre doppia fotocamera per i selfie, display generoso e batteria da 5.000 mAh.

Gli smartphone 5G sono sul mercato già da mesi ma la sfida per il settore è diffondere il nuovo standard di rete mobile, che consente di velocizzare tutte le attività che svolgiamo ogni giorno con il telefono. Al netto di terminali al top delle specifiche in ogni aspetto, la strada da battere per democratizzare la novità è offrire più alternative per ridurre il prezzo di vendita, così da attirare chi è interessato a cavalcare l'innovazione ma magari non può permettersi oppure non intende spendere dai 700 ai 1.000 euro per uno smartphone. Un percorso avviato dai brand cinesi presenti in Europa, con i modelli Xiaomi Mi 10 Lite 5G, TCL 10 5G e Huawei P40 Lite 5G lanciati con cartellino sotto ai 400 euro, ridotto ulteriormente nel giro delle successive settimane.

Motorola


Com'è il Moto G 5G Plus

A questo elenco si aggiunge ora Motorola con il Moto G 5G Plus, ultimo arrivo della famiglia più gettonata del brand acquisito da Lenovo nel 2015, che trae spinta soprattutto dal buon rapporto qualità-prezzo che assicura. Al primo sguardo spiccano le dimensioni, perché i 6,7 pollici del pannello CinemaVision FullHD è il più ampio mai montato dall'azienda su un terminale Moto, che arriva nel formato 21:9 e con supporto HDR10 per una vivida resa cromatica nelle fotografie e nei video. Il plus dello schermo è la frequenza di aggiornamento a 90 Hz, funzionalità circoscritta fino a un anno fa alle unità di fascia alta e ora a bordo anche di modelli di fascia media, mentre sul posteriore troviamo un scocca in policarbonato lucido. Altra scelta rilevante è il processore Qualcomm Snapdragon 765 (abbinato a un modem X52 ottimizzato per la rete 5G), che non è il più potente e performante del lotto ma è poco energivoro e, al contempo, è lo stesso del Motorola Edge, la versione base del nuovo top di gamma che nel complesso risulta il sacrificato dal piano di rilancio aziendale passato anche dal primo smartphone pieghevole poiché, condividendo diversi elementi hardware e software con lo stesso Moto G 5G Plus (che ad esempio ha una batteria più capiente), sconta un prezzo parecchio superiore (è stato lanciato a 699,99 euro, anche se online si trova già a circa 100 euro in meno).

Un telefono che guarda ai più giovani

Il Moto G 5G Plus mira a farsi largo tra i giovani, che magari non conosceranno la storia Motorola ma che, oltre al prezzo, saranno incuriositi dalla doppia camera frontale per gli autoscatti. L'accoppiata tra sensore principale da 16 megapixel e ultra grandangolare da 8 MP consente di ampliare le inquadrature, catturare più luce e avere, quindi, scatti più definiti, ma anche, assicura Motorola, la possibilità di liberarsi dai selfie stick diventati presenza fissa nelle piazze cittadine, come pure sotto l'ombrellone. Ai selfie di gruppo vanno aggiunte le funzionalità personalizzabili di My UX collegate ad Android 10 e utili per arricchire l'esperienza di ascolto musicale e di visione delle clip, con la scelta di icone e animazioni, colori e font che vanno a caratterizzare il proprio dispositivo. Senza dimenticare le Moto Experience, ovvero i movimenti che permettono di attivare all'istante diversi strumenti, con la rotazione del polso che lancia la fotocamera e il movimento a martello per accendere la torcia, come pure sollevare il telefono dal tavolo quando sta squillando per silenziare la suoneria. Non ti cambiano la vita ma sono alternative divertenti che piacciono ai giovani smanettoni.

Punti forti: fotocamera e batteria

Sul posteriore c'è la quadrupla fotocamera, perché gli obiettivi multipli sono normalità anche su smartphone di medio livello. Alla principale da 48MP si accompagna il grandangolo da 8MP con angolo di visione a 118 gradi e l'ormai consueta accoppiata composta da sensore di profondità (2MP) e lente Macro (5MP) per immortalare i dettagli di scena e soggetti. Restando alle note liete c'è da considerare la batteria da 5000 mAh, una delle più capienti in assoluto tra gli smartphone 5G (ed è identica al Motorola Edge Plus), con il supporto alla ricarica veloce TurboPower da 20 W per ottenere energia in breve tempo.

Prezzo e punto debole

In mezzo a tante buone premesse stona il modello riservato all'Italia, mercato in cui arriverà solo la versione minore del Moto G 5G Plus, nella colorazione Surfing Blue. Si tratta di quella che accoppia 4GB di Ram a 64GB di memoria interna, espandibile fino a 1TB, al prezzo di 399,99 euro. Un peccato perché la Ram limitata lascia qualche dubbio sulle prestazioni (da testare sul campo, ovviamente) ma anche perché altrove sarà disponibile, il modello da 6GB di Ram e 128GB di storage, numeri in linea con gli altri modelli 5G della categoria, alla stessa cifra, con il modello meno performante in vendita a 349 euro.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti