La rete Dov'è consente ora di ritrovare prodotti di terze parti
Apple
La rete Dov'è consente ora di ritrovare prodotti di terze parti
Smartphone e tablet

L'app che permette all'iPhone di rintracciare gli oggetti smarriti o rubati

Con l'aggiornamento dell'app Dov'è i dispositivi Apple saranno in grado di ritrovare anche prodotti di terze parti: si parte con ebike, tracce e auricolari ma nei prossimi mesi l'elenco sarà molto più lungo

Dal Trova il mio iPhone (iPad e Mac) alla localizzazione di tutti i dispositivi Apple fino a rintracciare ogni oggetto smarrito o rubato, a partire da biciclette, auricolari bluetooth e un tracker, in attesa degli altri oggetti che arriveranno nel corso dei prossimi mesi. Con un aggiornamento dell'applicazione Dov'è, l'azienda guidata da Tim Cook amplierà in maniera enorme la capacità di aiutare gli utenti a ritrovare prodotti di terze parti spariti dai propri radar, grazie al servizio per localizzare da remoto gli oggetti.

La particolarità di Dov'è sta nello sfruttare la diffusione dei dispositivi Apple, premessa base per lo sviluppo di una rete globale che utilizza il bluetooth a basso consumo per far comunicare tra loro in modo sicuro e anonimo tutti i prodotti della Mela, ognuno dei quali ha una copertura che si aggira sugli 80 metri e capta i segnali di altri iPhone e iPad, che a quel punto vengono localizzati sulla mappa visualizzata dall'utente in cerca del proprio smartphone, tablet o Mac sottratto o lasciato da qualche parte.

Un sistema efficace, anche perché prevede la possibilità di bloccare il dispositivo smarrito ed eliminare le informazioni personali pure a distanza, che deve il successo proprio alla popolarità dei device Apple, perché la rete di crowdsourcing composta da centinaia di milioni di dispositivi aumenta le probabilità di rintracciare quelli dimenticati o finiti nelle mani di malintenzionati. E con la compatibilità estesa ad altre aziende il sistema si rafforza e gli utenti ne traggono benefici, con la possibilità di rimettere le mani anche su altri oggetti da recuperare. I primi ad aggiungersi ai dispositivi Apple sono le ebike VanMoof S3 e X3, il tracker Chipolo One Spot e gli auricolari true wireless SoundForm Freedom.

Le aziende che vogliono sfruttare l'occasione, e offrire un servizio potenzialmente decisivo anche per incrementare le vendite dei rispettivi prodotti, devono rispettare le misure a tutela della privacy fissate da Apple per il programma Find My Network Accessory, che oltre al bluetooth più avanti consentirà agli altri produttori di sfruttare anche la tecnologia Ultra Wideband (che migliora la localizzazione) nei dispositivi Apple dotati del chip U1.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti