Dyson
Tecnologia

Come individuare il phon adatto ai tuoi capelli

A lungo sottovalutato, il phon si sta prendendo la sua rivincita grazie ai progressi segnati dallo sviluppo tecnologico che ha permesso la diffusione su larga scala dei modelli professionali di asciugacapelli. Quelli utilizzati dai parrucchieri sono infatti oggetti che si possono acquistare per utilizzare in casa, anche se, come avviene per ogni piccolo e grande elettrodomestico, prima di passare all'acquisto vanno tenuti a mente diversi fattori.

La potenza

In termini generali, la potenza è il primo elemento da considerare quando si deve scegliere un phon, e per farsi un'idea è bene sapere che il riferimento per la categoria sono i 2.000 watt - si parla di unità professionali - valore medio che assicura una giusta temperatura per l'asciugatura e il mantenimento dei capelli. Il concetto è quindi intuibile, perché maggiore è la potenza e maggiore è la capacità del prodotto di intervenire sulla chioma, in particolare quella riccia che presenta più problemi nell'asciugarsi.

La portata d'aria

Da passare in rassegna sono pure la portata d'aria, ovvero la quantità verso l'esterno in uno specifico intervallo temporale, e la temperatura, che deve essere regolabile in modo da poter velocizzare l'azione e modificare il flusso d'aria in relazione alle caratteristiche del cuoio capelluto, poiché del resto taglio, colore e messa in piega cambiano non solo l'aspetto ma anche le peculiarità del capello.

Peso

Altro indicatore rilevante è il peso, perché ovviamente un modello pesante costringe a sforzi costanti, non proprio il massimo per avere cura dei capelli, mentre ancora più importanti sono gli accessori inclusi nella confezione: diffusori d'aria, concentratori e ugelli consentono di variare l'utilizzo del phon, che quindi avrà un ciclo di vita più lungo in confronto ai modelli che ne sono sprovvisti. Ultimo elemento utile, ma non per importanza perché ricco di dettagli per comprendere il funzionamento che spesso è impossibile ritrovare altrove (per esempio il livello di silenzio o rumorosità), sono le recensioni dei consumatori, che è buona cosa leggere prima della scelta definitiva.

Guardando alle tipologie dei modelli, dalle esigenze personali e dal modo con cui si intende utilizzarlo passa la valutazione sui phon in ceramica o agli ioni, con i primi che mantengono la temperatura uniforme distribuendo quindi in maniera omogenea il calore sul cuoio capelluto, mentre i secondi sfruttano l'azione degli ioni negativi sulle gocce di acqua, riducendone le dimensioni fino a farle scomparire. Discorso ancora diverso, infine, riguarda chi è a caccia di un phon da viaggio, più piccolo e leggero perché da portare in valigia, oltre che più economico, anche se quando si viaggia spesso si può ragionare sui modelli a batteria, per non incontrare problemi con le prese di corrente all'estero.


Elchim

Elchim 3900

Seguendo la mini guida elencata finora, non avrete problemi a individuare il phon adeguato alle vostre esigenze, anche perché poi l'acquisto dipende sempre dal budget disponibile.

Prezzi

Che non equivale a dover sborsare centinaia di euro perché, tanto per citare un modello, l'Elchim 3900 (azienda milanese le cui creazioni sono state esposte perfino al Moma di New York) con la sua leggerezza, silenziosità e sistema ionic-ceramic offre un prodotto professionale ergonomico, con tecnologia all'avanguardia per sigillare le cuticole dei capelli preservandone la salute, al prezzo di 108 euro. Altra scelta di qualità a buon mercato è il Braun Satin Hair 7 SensoDryer, con motore professionale, sistema di ventole per mantenere costante il flusso d'aria anche se usato con il beccuccio e sensore termico per il controllo della temperatura che ne evita il surriscaldamento: un profilo di indubbio valore, come testimonia la sua longevità, proposto a 55 euro. Se poi il prezzo non rappresenta un ostacolo insormontabile, il Dyson Supersonic è l'asciugacapelli ideale: dal motore V9 che coniuga silenzio e velocità superiore alla media, alle tre velocità e quattro impostazioni di calore, il primo phon sviluppato nei laboratori del baronetto James Dyson è il consueto concentrato di tecnologia nonché il pezzo più costoso del settore (399 euro).

Ti potrebbe piacere anche

I più letti