Il 5G di Tim corre veloce
Getty Images/iStockphoto
Il 5G di Tim corre veloce
Tecnologia

Il 5G di Tim corre veloce

Superati i 4 Gigabit al secondo in un test con Ericsson e Qualcomm che segna un nuovo primato europeo

L'arrivo della connettività 5G provocherà una trasformazione del paese con processi innovativi e nuovi servizi ma in attesa dell'utilizzo su ampia scala arrivano buone per l'Italia, perché Tim ha segnato passi avanti rilevanti nello sviluppo di reti di quinta generazione. L'azienda di telecomunicazione ha stabilito, infatti, un nuovo record continentale con una connessione che ha superato la velocità di 4 Gigabit al secondo, in un test realizzato a Roma su rete 5G live, cioè in condizioni più vicine ala realtà rispetto a quelle da laboratorio, utilizzando onde millimetriche a 26 GigaHertz.

Per farsi un'idea del risultato ottenuto, si tenga a mente che il precedente primato segnato da Tim lo scorso gennaio si fermava alla velocità di 2 Gigabit al secondo. Ottenuto anche grazie alla collaborazione con Ericsson e Qualcomm, con quest'ultima che ha messo a disposizione la piattaforma Snapdragon X55 modem-RF e la multinazionale svedese, partner di lunga data per l'infrastruttura 5G di Tim, che ha offerto soluzioni per la rete di accesso (Radio Access Network). Premesso che bisognerà pazientare prima di poter disporre di una velocità di rete che ci permetterà di scaricare un film in pochi attimi (e tanto altro, specie a livello di smart city, sanità digitale, Internet delle cose, digitalizzazione della fabbriche e guida autonoma) il traguardo raggiunto dalla società italiana è indice di progresso e si aggiunge alla prima connessione 5G in Italia avvenuta a Torino nel 2017 e la prima videochiamata con il nuovo standard di rete effettuata a Roma due anni fa.

Fattore decisivo per inserirsi in cima alla speciale graduatoria europea sono le onde millimetriche, che raggiungono velocità elevate e sfruttano l'ampia disponibilità di banda per assicurare grandi capacità di rete. Un mix che consente di apportare significativi cambi di scenario in tutte le aree del paese che ancora non hanno accesso alle reti veloci e scontano un ritardo digitale rispetto a chi vive in territori coperti dall'ultrabroadband. Senza dimenticare la copertura indoor 5G che permetteranno di abilitare servizi ancora inesplorati grazie a una connessione ad alta velocità, bassa latenza e massima sicurezza.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti