Ifa 2020, le novità che renderanno la casa sempre più intelligente
LG
Ifa 2020, le novità che renderanno la casa sempre più intelligente
Tecnologia

Ifa 2020, le novità che renderanno la casa sempre più intelligente

Sul palcoscenico virtuale di Berlino l'intelligenza artificiale domina la scena tra televisori con fotocamera retrattile, elettrodomestici che personalizzano lavaggi e suggeriscono ricette e la democratizzazione del 5G

La casa intelligente di un domani più vicino di quanto appare, i televisori che arriveranno sul mercato nel corso dei prossimi mesi, tanti prodotti legati all'ambito sanitario per affrontare con un pizzico in più di tranquillità il futuro e gli elettrodomestici che sfruttano un cervello artificiale per agevolare le operazioni e, in taluni casi, sostituire l'intervento umano assicurando servizi efficaci e risultati ottimali. Questa la sintesi estrema di quanto si è visto nella giornata inaugurale di Ifa 2020, la fiera dell'elettronica di consumo in scena a Berlino ma ricca di eventi trasmessi in streaming, perché all'interno dei padiglioni non sono ammessi curiosi ma solo rivenditori e meno di un migliaio di giornalisti.

QLED TV X915 - il top della gamma dell'azienda cinese conta su una fotocamera a scomparsa da usare per effettuare videochiamate direttamente sul tv

TCL


La smart home di LG

La vetrina se la prende LG che prima dei prodotti sorprende gli spettatori proiettando sul palco un ologramma di I. P. Park, vicepresidente e direttore tecnico della multinazionale sudcoreana, che ha snocciolato le novità in tema casa smart mediante un tour interattivo di ThinQ Home (sistema concettualmente simile a Google Home e Apple HomeKit), una showroom realizzato in Corea e riempito con le soluzioni a tema. La prima è Home Concierge, specchio touchscreen che come indica il nome permette di monitorare gli elettrodomestici e i consumi energetici mediante un display che funge da pannello di controllo, base con la quale si può anche controllare la propria auto da remoto. Organizzata sugli standard del proprio paese, dove la tecnologia domina la scena e offre prodotti mai arrivate dalle nostre parte, la casa immaginata da LG è un portagioie che include la WashTower e l'ultima versione di InstaView.

La prima è una lavatrice 2-in-1 che funziona pure come asciugatrice dal design caratteristico (suggerito dal nome, "torre") e integrazione delle due anime, che si scambiano dati per impostare il programma adeguato per lavaggio e asciugatura dei capi, ottenuto dall'azione di una intelligenza artificiale che valuta peso e materiali dei panni per ottimizzare il ciclo e ridurre tempi e consumi. Il secondo è la versione aggiornata del frigo che mantiene costante la temperatura per non far deteriorare gli alimenti e raffredda le bevande con l'autoproduzione di ghiaccio. Diverso ma sempre smart è invece il modello Fridge and Freezer, che traccia ogni cibo inserito all'interno per consigliare i piatti da preparare. E non va tralasciato ThinQ Fit, il sistema che permette di creare un avatar per provare i capi d'abbigliamento e scegliere quali comprare (opzione utile per acquistare online, su app e sui social), che a breve arriverà anche sui dispositivi mobili. Si tratta insomma di funzionalità apparentemente futuristiche, destinati in principio a pochi eletti che potranno permettersi di acquistare gli elettrodomestici smart, ma che sul medio-lungo periodo sono destinati a finire in molte case.

L'ampia proposta di TCL: televisori, tablet, smartwatch ed elettrodomestici

Lavatrici protagoniste anche nella presentazione di TCL, con la serie X che consentono di personalizzare volume e durata dei cicli di lavaggio e bilanciano il rapporto potenza-consumi grazie al doppio motore direct drive. Equilibrio è una delle parole chiave pure dei frigoriferi della serie C, che si affida ai sensori integrati su ogni lato per rilevare in automatico la temperatura e regolare il flusso d'aria, mentre più avanti sarà disponibile un aggiornamento per il controllo dell'elettrodomestico via app. Nel lungo elenco di prodotti mostrati dall'azienda cinesi spiccano i tv Qled 8K basati su Android, con il modello X915 che conta su una telecamera pop-up (si attiva con la pressione su un tasto del telecomando e quando non in uso si può nascondere) per ampliare l'intrattenimento di chi guarda con contenuti social e le chat più utilizzate. Un po' a sorpresa, TCL ha tolto i veli a 10 Tabmax e 10 Tabmid, due tablet con tecnologia proprietaria Nxtvision per la qualità delle immagini sul display, nell'ordine, di 10,3 e 8 pollici, che arriveranno entro fine anno e saranno in vendita a 299 e 249 euro. Interessante per l'utenza senior lo smartwatch Movetime Family Watch MT43A, che rileva in automatico le cadute, assicura promemoria per assumere farmaci e monitora la frequenza cardiaca e costerà 229 euro.

Huawei punta forte sull'Europa

Niente prodotti in rampa di lancio per Huawei, che non ha fornito dettagli sul nuovo processore Kirin concentrando l'attenzione su quanto fatto e quanto farà nei prossimi anni sul mercato europeo, dove per ora si contano 23 centri di ricerca e circa 14.000 dipendenti. Regione centrale per l'azienda di Shenzhen, l'Europa sarà il teatro dell'espansione dei negozi monomarca della multinazionale cinese, che ha programmato l'apertura di 8 punti vendita tra Spagna, Francia, Germania, Belgio, Regno Unito e Italia, dove nel 2017 è sbarcato con il primo store continentale (a Milano).

Qualcomm democratizza il 5G sui dispositivi mobili

Novità di rilievo, invece, sono arrivate da Qualcomm, che ha lanciato la piattaforma Snapdragon 8cx Gen 2 5G, indirizzata ai pc Windows (il primo sarà firmato da Acer e arriverà sul mercato entro fine anno) e forte di livelli di sicurezza avanzati e migliore nell'autonomia, connettività 5G e Wi-Fi 6 e un'intelligenza artificiale potenziata rispetto alla prima generazione. Mossa di rilievo del gruppo di San Diego per la democratizzazione del 5G sui dispositivi mobili è il supporto alle reti di quinta generazione per i processori Snapdragon della serie 4, che per tantissimi smartphone di fascia bassa significa poter contare sul 5G. Sempre dall'azienda statunitense è arrivata, infine, l'Adaptive Active Noise Cancellation, tecnologia che permetterà ai produttori di migliorare il comfort e l'efficacia del suono per gli auricolari true wireless: la promessa è che ogni modello sarà in grado di adeguarsi alla struttura del padiglione auricolare, mentre la cancellazione attiva del rumore permetterà di godersi la riproduzione musicale con una sensazione di isolamento che, volendo, sarà replicabile anche durante le chiamate e ricorrendo all'uso di un assistente vocale.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti