(Huawei)
Tecnologia

Huawei Watch GT 2e: l'orologio con il saturimetro integrato

Pensato per gli sportivi, offre anche un evoluto sistema di monitoraggio del nostro sistema di salute misurando la saturazione del sangue e la frequenza cardiaca.

Prima dell'epidemia di coronavirus in pochi sapevano cos'era e come funzionava un saturimetro. Poi abbiamo capito che un semplice strumento in grado di rilevare la quantità di ossigeno nel sangue poteva diventare un valido alleato per tenere monitorate le condizioni degli ammalati. I soggetti più gravi a causa delle difficoltà respiratorie evidenziano infatti problemi di ipossia che possono essere controllati proprio con un oggetto del genere.Non è nato con queste finalità l'ultimo smart watch di Huawei ma grazie a un recente aggiornamento software ora è in grado di offrire anche la funzione di pulsiossimetro. L'orologio sportivo dell'azienda cinese è infatti capace di verificare in tempo reale diversi parametri fisici, oltre all'ossigeno misura la frequenza cardiaca, le calorie consumate, la qualità del sonno e i livelli di stress. Dunque un alleato per la salute ma anche per chi ha uno stile di vita attivo.E' un prodotto che si rivolge principalmente agli sportivi, progettato proprio per gestire al meglio gli allenamenti. Comodo da indossare, leggero, resistente e impermeabile, supporta 15 modalità di tracciamento a livello professionale: tra cui corsa, ciclismo e triathlon. Ma l'orologio di Huawei è in grado di gestire molte più attività, ben 85, che rientrano in sei categorie di sport: estremo, tempo libero, acquatico, giochi con la palla e sport invernali. Quindi si va dal calcetto al parkour.Per ciascuna di queste discipline il GT 2e registra la durata dell'allenamento, le calorie, l'intervallo della frequenza cardiaca, i progressi dell'esercizio, il tempo di recupero e molto altro ancora. In generale tutti i dati risultano molto precisi e lo dimostrano le rilevazioni che abbiamo eseguito usando strumenti professionali per verificare il ritmo cardiaco, sia per l'ossimetria.Tra i plus di questo Huawei Watch ci sono altri due elementi: la durata della batteria e la funzione di lettore mp3. Nel primo caso il chip proprietario Kirk A1 consente di alimentare l'orologio per quasi 2 settimane, ma ovviamente l'autonomia scende quasi del doppio se si sceglie la modalità always-on, cioè con lo schermo sempre acceso. Molto bene anche la possibilità di archiviare quasi 500 canzoni collegando poi le cuffie direttamente al bluetooth dell'orologio. Questo significa che si si può allenare senza dover per forza portarsi dietro il telefono.Due i limiti principali del GT 2e: non consente di gestire le chiamate, perché mancano speaker e microfono, inoltre non supporta la tecnologia NFC, quindi niente pagamenti con il watch. Scarsa anche la compatibilità con gli altri telefoni Android, purtroppo.In conclusione il giudizio rimane comunque positivo, soprattutto se il target di riferimento è rappresentato dagli spostivi che cercano un prodotto completo, affidabile, resistente e con costo molto interessante. Proprio il cartellino del Huawei Watch GT 2e lo rende infatti piuttosto appetibile: 169,90 euro sembrano essere soldi ben spesi. A maggior ragione considerando la funzione di monitoraggio dei livelli di saturazione di ossigeno nel sangue e quella del ciclo mestruale aggiunte con l'ultimo aggiornamento software.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti