portaerei nimitz stati uniti marina
US Navy/Elliot Schaudt
portaerei nimitz stati uniti marina
Difesa e Aerospazio

Cherosene nell’acqua potabile, problemi per la mitica portaerei Nimitz

Brutta emergenza per la portaerei più famosa della Marina Usa e di Hollywood

Brutta avventura per l’equipaggio della mitica portaerei americana Nimitz, in servizio da 47 anni, sulla quale lavorano oltre 5.000 persone, che per tre giorni non hanno potuto utilizzare la riserva di acqua potabile di bordo, da venerdì 16 a lunedì 19. La causa, in fase di accertamento da parte dei funzionari della Marina militare americana, è il ritrovamento di tracce di carburante per gli aeroplani di bordo, il cosiddetto JP-6 / JP-8, che sono entrate nel sistema dell’acqua la scorsa settimana, mentre la portaerei era in navigazione nell'Oceano Pacifico.

Immediatamente l’equipaggio ha ricevuto una riserva di acqua in bottiglia ed è stato previsto un servizio di rifornimento dalle basi presenti in quel settore, dal Giappone fino a Guam, piano che tuttavia non è stato necessario attuare. "L'acqua a bordo della nave è sicura per l'uso e la salute e il benessere di tutti i nostri marinai è una priorità assoluta", ha detto il portavoce della US Navy, precisando: “Sebbene ci siano state alcune lamentele dell'equipaggio sulla situazione dell'acqua a bordo non ci sono stati casi confermati di malattie legate all'evento e il dipartimento medico della Nimitz continua a monitorare i marinai per qualsiasi potenziale sintomo.” Non è ancora chiaro come il carburante sia potuto entrare nella rete idrica, ma ha aggiunto che la nave sta subendo un'ispezione completa del suo impianto di distribuzione per garantire che venga somministrata all’equipaggio acqua della massima qualità.

Varata nel 1975 e intitolata a Chester William Nimitz (1885-1966) ammiraglio statunitense comandante in capo della flotta del Pacifico durante la Seconda guerra mondiale, la nave ha fatto la sua prima traversata oceanica nel luglio 1976 alla volta del Mar Mediterraneo. Nel settembre 1979 la Nimitz partecipò all'operazione Eagle Claw, ovvero l’appoggio tattico al salvataggio di 53 ostaggi dell'ambasciata statunitense a Teheran, evento celebrato dal cinema nel film Argo dell’attore Ben Affleck. Teatro di un pauroso incidente nel 1980, quando a causa dello schianto di un velivolo EA-6B Prowler restarono uccise 14 persone, si scoprì che il pilota aveva fatto abuso di droghe e il presidente Ronald Reagan istituì un regolamento basato sulla tolleranza zero nell'ambito delle forze armate.

Nello stesso anno la Nimitz fu protagonista dello scontro aereo nel Golfo della Sirte, quando una coppia di Su-22 libici lanciarono missili contro altrettanti F-14 Tomcat, che reagirono abbattendoli. La nave ebbe anche un ruolo primario durante entrambe le Guerre del Golfo. Dopo l’Enterprise, prima portaerei a propulsione nucleare, la Nimitz è certamente la più conosciuta anche grazie a Hollywood, che a bordo girò le scene del film di fantascienza Countdown dimensione zero con Kirk Douglas, Martin Sheen e Katharine Ross, nel 1980.

I più letti