Il delivery accelera: tu ordini e la spesa arriva in 10 minuti
Gorillas
Il delivery accelera: tu ordini e la spesa arriva in 10 minuti
Tecnologia

Il delivery accelera: tu ordini e la spesa arriva in 10 minuti

Da Gorillas a Blok, arrivano in Italia i dark store e le bici elettriche per recapitare pacchi in brevissimo tempo. E c'è chi effettua addirittura consegna in mare

Non è più una questione di comodità ma anche di tempo, perché ne passa davvero poco tra la prenotazione e l'effettiva consegna. L'ultima peculiarità dell'ampio mercato del delivery è la spedizione rapida, che nell'arco di una manciata di minuti arriva a destinazione. E non solo al classico domicilio, cioè casa e ufficio, poiché si può far base anche in un parco o altri luoghi in cui si sta lavorando o godendo il tempo libero.

Due delle maggiori novità in questo segmento arrivano da Germania e Spagna e sono già approdate in Italia. La più nota è Gorillas, fondata a Berlino nel marzo dello scorso anno e già nell'elenco degli unicorni, cioè delle startup che hanno una valutazione superiore al miliardo di dollari. Merito dell'idea di recapitare la spesa in breve tempo, che ha convinto importanti fondi e gruppi di investimento a puntare 290 milioni di dollari sull'impresa, che già nei mesi precedenti aveva raccolto finanziamenti per 44 milioni di dollari. Soldi che consentiranno alla realtà guidata da Kağan Sümer - grande appassionato di bicicletta, che ha ritagliato un ruolo cruciale per le due ruote nel progetto, tanto che la società si descrive come un biker driven company, per sintetizzare l'importanza della community di ciclisti al suo interno - di continuare a espandersi verso nuove città e paesi, oltre ai 18 centri in cui è già attiva (Francia, Paesi Bassi, Regno Unito e Germania), come dimostrano le recenti aggiunte di Milano e Roma, che nelle prossime settimane saranno seguite da Torino e Genova.

Foodracers


A decretare il successo del piano è il processo approntato da Gorillas, che permette ai clienti di pescare, via app mobile, tra più di un migliaio di prodotti proposti allo stesso prezzo dei supermercati e ricevere la consegna nel posto indicato (che deve trovarsi all'interno dell'area coperta dal servizio, che nelle due città italiane prevede al momento solo alcune zone e quartieri, visibili sul sito) nell'arco di 10-15 minuti e a fronte di un esborso di 1,80 euro. A recapitare l'ordine nelle mani dei destinatari è uno dei circa mille biker, che l'azienda ha assunto con regolare contratto a tempo determinato e dotato di bicicletta elettrica.

La differenza con le grandi aziende del food delivery sta nel focalizzarsi sull'ultimo miglio e sul ricorso a una rete di micro centri di distribuzione di quartiere, noti in ambito internazionale come dark store (quelli attivi finora sono 60). Da qui parte la raccolta dei prodotti prenotati, che finiscono nello zaino trasportato dai ciclisti, per poi concludere il viaggio nelle mani del cliente. Sostenibilità e riduzione delle distanze, vitale per abbreviare i tempi di consegna, sono quindi i tratti distintivi del servizio, che trova forza anche nelle partnership con le aziende locali, determinanti per mettere in catalogo e consegnare prodotti freschi, mediante catene di approvvigionamento a corto raggio che assicurano vantaggi a tutte le parti. Un esempio in tal senso sono le collaborazioni attivate a Roma con il biscottificio Gentilini e il birrificio artigianale indipendente Jungle Juice, mentre a Milano ci sono gli accordi con REMEO Gelato, Barba N Juice e Birrificio Lambrate.

"La vita è troppo breve per il cibo scadente, per questo non scendiamo mai a compromessi sulla qualità dei nostri prodotti", spiega Alessandro Colella, direttore generale di Gorillas per l'Italia. Che descrive un fenomeno in ascesa, come dimostra la mossa di Glovo, che ha aperto diversi dark store tra Torino e Milano. A fiutare le potenzialità del delivery pressoché immediato sono stati molti degli addetti al settore e la dimostrazione è la nascita di Blok, startup spagnola che ha inaugurato un dark store a Milano, in zona Navigli. Idea e modalità d'uso sono simili a Gorillas, con la possibilità di ordinare mediante app mobile (Blok Mercato Online e Blok Groceries sono i riferimenti per Android e iOS) generi alimentari, piatti freschi e prodotti da supermarket per affidare le consegne ai magazzinieri che diventano biker e arrivano a dama in meno di un quarto d'ora (i tempi sono garantiti dalla vicinanza tra il magazzino e il raggio in cui è attivo il servizio).

Con le consegne al momento gratuite, Blok è stata fondata nel febbraio 2021 da due ex manager di Glovo, Deliveroo e Uber, Vishal Verma e Hunab Moreno, e sta riscontrando un successo immediato tra Madrid, Barcellona e il capoluogo meneghino. Le potenzialità e il focus sull'Europa del Sud ha convinto la società turca Getir, che ha sede a Istanbul, è presente in vari paesi europei con i suoi servizi di ford delivery e ha una valutazione di 7,5 miliardi di dollari, a investire e acquisire Blok.

Se non troppo distanti, arrivare a casa, ufficio, parco e negozio per consegnare la spesa non è troppo complicato, ma c'è chi va oltre e promette di recapitare il pacco ordinato direttamente in mare. A farlo sarà Foodracers, servizio italiano che mette in contatto ristoranti e corriere del cibo autonomi per portare a destinazione i piatti prenotati che, in occasione del Water World Music Festival in programma domenica 25 luglio al largo della Marina di Cala dei Sardi, ad Olbia, saranno consegnati ai partecipanti dell'evento che se lo godranno sulla propria imbarcazione. Il programma prevede le esibizioni di Bob Sinclair, Salmo, Coez e altri artisti che durante il pomeriggio si alterneranno su un palco fluttuante, mentre il pubblico assisterà alle performance dalle 200 barche autorizzate dall'organizzazione.

Chi vorrà soddisfare il desiderio di snack, cibo e bevande, potrà scaricare dall'app di Foodracers i kit disponibili, prenotare e pagare tramite Satispay, ricevendo poi il pacco ordinato con consegna effettuata da pedalò e moto d'acqua. "Ci siamo distinti per essere il food delivery italiano impegnato a portare il servizio in tutti quei luoghi che le grandi realtà del settore non coprono e ora arriveremo anche in mare!", dichiara Andrea Carturan, fondatore di Foodracers. "Abbiamo ridisegnato il nostro servizio per l'occasione e sviluppato un'app che siamo sicuri contribuirà a rendere l'esperienza ancora più originale. È stato uno sforzo importante per una realtà come la nostra, ma ci ha permesso di metterci in gioco in un contesto diverso e stiamo già dialogando con altre realtà per ripetere nuove operazioni di questo tipo".

Ti potrebbe piacere anche

I più letti