Ces 2022
(Samsung)
Ces 2022
Tecnologia

Ces 2022, tutte le novità più intriganti in scena a Las Vegas

La più importante fiera dell'elettronica mondiale torna in presenza e svela tanti prodotti e tecnologie innovative: Samsung porta gli NFT sul televisore e Sony integra una cam per ottimizzare immagini e suono in base alla posizione degli spettatori, mentre Kolher realizza un sogno con la vasca da bagno che si comanda con la voce e si riempie da sola

Doveva essere il ritorno alla normalità, invece a spiccare sono le assenze nelle immense hall dei principali hotel dedicate al Consumer Electronics Show, in programma fino all’8 gennaio a Las Vegas. La più importante fiera dell’elettronica mondiale segna il ritorno in presenza dopo la versione in digitale dello scorso anno, tuttavia la diffusione dei contagi e il terrore generato dalla variante Omicron hanno convinto alla retromarcia parecchie aziende nel corso delle ultime settimane. Da Google a Microsoft, da T-Mobile ad Amazon, passando per Lenovo, Meta (ex Facebook) e General Motors, in tanti hanno dato forfait, mentre Samsung, Sony, Garmin e Qualcomm hanno ridimensionato la propria presenza, senza rinunciare a svelare le novità che nel corso dell’anno arriveranno anche sul mercato europeo.

Al netto degli assenti, infatti, il Ces resta l’appuntamento dell’anno per le grandi aziende e ancor più per le piccole realtà specializzate nello sviluppo di tecnologie e prodotti innovativi, che nella città della perdizione cercano la visibilità e la possibilità di trovare partner per portare sul mercato le rispettive innovazioni. La copertina resta, però, terreno per i soliti colossi, a caccia del colpo con un ampio ventaglio di nuovi televisori. Ognuno con le sue tecnologie (Qled, Oled, Uled, ecc.), tutti l’obiettivo di stupire tra dimensioni extra-large, risoluzioni stupefacenti, neri idealmente perfetti e luminosità impeccabile. C’è chi guarda più al prezzo come Hisense (con il modello U7H che parte da 799 dollari), chi sorprende come Sony, che piazza una videocamera sul tv, la Bravia Cam, in grado di riconoscere il punto esatto in cui sono seduti gli spettatori nella stanza, così da ottimizzare immagini e suono. E ancora c’è chi punta a soddisfare gli estremi, come LG che ha svelato il suo tv Oled più grande di sempre (97 pollici misura la diagonale del G2) ma anche la versione più compatta da 42 pollici.

Il guizzo più singolare, con un incrocio tra scaltrezza e abilità nel cavalcare le tendenze del momento, è di Samsung, che sui futuri tv Micro Led, Neo Qled e The Frame ha integrato una piattaforma per visualizzare e acquistare i Non-fungible token (meglio noti come NFT). Grazie al design dei modelli che, quando spenti, arricchiscono l’arredamento casalingo, si potranno sfogliare le opere virtuali disponibili sui marketplace dedicati (come OpenSea), aggiungerli alla collezione personale e lasciarli sullo sfondo per caratterizzare il soggiorno e sorprendere gli amici.

Samsung

La fiera di Las Vegas è anche l’occasione più ghiotta nel calendario hi-tech per scoprire prodotti inediti, talvolta inusuali e impensabili. Inclusi prototipi che in molti casi non saranno mai commercializzati. Un misto tra meraviglie e bizzarrie che regala ogni volta idee interessanti da provare e/o desiderare. Un esempio di prodotto che si rileverà utile è firmato Baracoda Daily Healthtech, che ha presentato il termometro Bcool. Particolarità? Non ci sono batterie né alimentazione, poiché per attivare il termometro digitale è sufficiente scuoterlo (come quando si scarica il vecchio modello per ridurre il livello del mercurio), con un sensore integrato che in pochi secondi misura la temperatura corporea, dopo averlo avvicinato alla fronte. Via Bluetooth, poi, il termometro si collega allo smartphone per monitorare il proprio stato e controllare le proprie condizioni di salute nel tempo, con un profilo per ogni membro della famiglia.

L’importanza dell’igiene personale è fondamentale per tutti, a partire da quella orale, spesso sottovalutata anche per questioni di tempo. Un problema che vuole risolvere Y-Brush, lo spazzolino messo a punto dall’azienda francese FasTeesH, che impiega 10 secondi per pulire le due arcate dentali. Merito del particolare design con una struttura simile a un paradenti utilizzato da vari atleti che rimpiazza la tradizionale testina per velocizzare l’azione di pulizia. Anche se i medici che consigliano di pulire i denti in profondità, con calma e per almeno due minuti difficilmente saranno d’accordo con la soluzione ultra rapida proposta dai transalpini. Ha attirato parecchie attenzioni Kohler con il PerfectFill Smartt Bathing Techonology, un sistema che consente di preparare la vasca da bagno con la temperatura dell’acqua desiderata tramite comandi vocali o via app. Un inno all’Internet of Things del lusso all’insegna della comodità, a condizione di dotarsi del kit e di una vasca del marchio statunitense, per i quali servono almeno 2.700 dollari.

Di campanelli smart ne abbiamo già visti tanti sul mercato, ma l’ultima trovata di Eufy che incorpora due telecamere (una verso l’alto per catturare il volto, l’altra verso il basso per monitorare pacchi, buste e simili lasciati sulla porta) per rintracciare eventuali malintenzionati e tenere sotto controllo la casa. La soluzione dell’azienda parte di Anker (che costa 350 dollari) è compatibile con Alexa e Google Home e rimedia ai limiti dei modelli con singola camera che immortalano solo un’angolatura dell’ambiente esterno. Ma non è la sola novità del brand, perché c’è anche la Garage-control cam, dispositivo all-in-one per sorvegliare l’area e gestire aperture e chiusure da remoto sempre tramite la voce o la relativa applicazione mobile. In grado di distinguere automobili e persone, così da evitare falsi avvisi, registra per 24 ore e 7 giorni e sarà in vendita a 99 dollari.

Tra la prima motoslitta elettrica di MoonBike Motors (pesa 90 kg, tocca i 42 km/h e ha un prezzo che parte da 8.500 dollari) e la scacchiera con il coach integrato (si chiama ChessUp e quando il giocatore muove un pezzo arrivano i consigli sulle potenziali mosse, con relativo raggio luminoso a indicare le direzioni), c’è pure un filo comune che lega una lampadina smart e un collare per cani. Si tratta del monitoraggio della frequenza cardiaca, assicurato sia dalla Smart Health Monitoring Light di Sengled, sia dall’accessorio dedicato a Fido e realizzato da Invoxia. Nel primo caso siamo davanti a una lampadina simile alle Philips Hue, che permette di gestire e variare la luminosità di un ambiente e che lavorano in simbiosi con Alexa, Google Home, Apple HomeKit, Samsung SmartThings, con la specificità di monitorare il sonno, la temperatura corporea e il battito cardiaco grazie alla tecnologia radar (emergendo come una possibilità discreta e ideale per controllare lo stato di salute, specie per chi vive solo). Attività fisica, GPS e, appunto, la frequenza cardiaca sono alcuni dei parametri che monitora, invece, Smart Dog Collar, che utilizza sempre una tecnologia di mini-radar insieme a un algoritmo per analizzare il battito del cane, partendo dal calcolo di movimento e velocità dell’animale. Ideato per rilevare malattie respiratorie e cardiache, il collare funziona anche quando non è indossato dal nostro amico a quattro zampe e costerà 99 dollari (più 12,99 dollari mensili per attivare il GPS).

Ti potrebbe piacere anche

I più letti