eTiger S5
Tecnologia

In vacanza con la casa al sicuro: videocamere e sensori, ecco le novità

In estate c'è il picco delle effrazioni ma ci si può difendere con sistemi efficaci di videosorveglianza non troppo costosi: la guida all'acquisto del dispositivo giusto

L'estate è la stagione delle vacanze, quest'anno più che mai per chi può permetterselo, ma pure quella degli straordinari (intesi come maggiore intensità rispetto alla normale attività) dei ladri che sfruttano la partenza dei proprietari per intrufolarsi nelle case e fare man bassa tra gioielli, soldi, orologi, oggetti hi-tech e ogni altro bene di valore. Ed è per questo che per godersi appieno le agognate ferie, prevenire è meglio che curare, cioè organizzarsi con un sistema di antifurto o altri marchingegni utili per tenere sotto controllo l'abitazione. Una opportunità sempre più in diffusa tra gli italiani, anche perché si tratta di una delle concause che nel corso degli ultimi anni hanno permesso di ridurre il numero (comunque alto) di furti, come indicato dall'Istat. Pensate, del resto, a come la presenza di una videocamera di sorveglianza esterna IP (che si connette in rete e permette di controllare l'area ripresa da remoto su computer, smartphone e tablet, grazie a un'applicazione) possa influire sui malintenzionati che, considerando l'antipasto, è probabile possano cambiare direzione e scegliere altri bersagli, privi di contromisure e quindi più semplici da violare, per fare bottino.

Tapo TP-Link camera videosorveglianza per interni

TP-Link


Telecamere e non solo per proteggere casa

Le telecamere, o meglio un sistema di più occhi collegato tra loro, è la più popolare forma difensiva ma non l'unica, perché nell'ultimo periodo sono salite alla ribalta anche le serrature smart, come pure i sensori dedicati al monitoraggio della porta o di una e più stanze in grado di riconoscere e registrare qualsiasi segnale audio, video e di movimento, segnalando all'istante cosa sia stato individuato: dalla presenza di un estraneo al gatto che passa dal letto al salotto, fino all'auto che percorre il tratto di strada antistante la casa (installare una videocamera sulle mura esterne non è reato, a patto di avvisare della sua presenza, lo ha stabilito la Cassazione). Premessa importante, condivisa da quasi tutti i segmenti del mercato tech, è di non credere che per proteggere la casa si debbano per forza spendere varie centinaia di euro, anche se è al contempo vero che per disporre di strumenti completi e multifunzionali bisogna investire cifre più corpose di quanto occorre per una singola videocamera. Ma andiamo con ordine e prima di vedere alcune possibilità a buon mercato, facciamo chiarezza su cosa bisogna considerare prima dell'acquisto.

Come scegliere la difesa su misura

Innanzitutto le videocamere si dividono per l'uso, interno o esterno, con le seconde che sono ovviamente più resistenti perché devono sopportare temperature e agenti atmosferici. Restando alle differenze, poi, altra suddivisione macro è tra camere fisse e i modelli dotati di obiettivo orientabile, buoni per immortalare aree più estese. La maggior parte delle telecamere più recenti sono dotate di slot SD per poter memorizzare le registrazioni nella memory card, ma per contare su immagini nitide è doveroso optare per unità che filmino in alta risoluzione, specie per avere la visibilità necessaria in ambienti bui. Non tutti ma buona parte dei modelli in commercio consentono anche di poter attivare allarmi, sempre da remoto, in modo da provare a far desistere i topi di appartamento. Un punto importante è dove sistemare la telecamera, aspetto strettamente legato all'area da controllare: in generale, una buona posizione è sempre fissarla in alto, perché può filmare una maggiore estensione dell'ambiente, meglio ancora se si riesce a immedesimarla con la zona circostante così da passare inosservata agli occhi a caccia di obiettivi dei malintenzionati.

Telecamere per interni low-cost

Sono facili da installare, coprono un'area a 360 gradi grazie agli obiettivi che ruotano in verticale e in orizzontale e sono tra le più gettonate e consigliate da chi le ha acquistate. Il biglietto da visita di Picture FHD 1080P e la Telecamera Wi-Fi TP-Link Tapo è ottimo, con la prima che filma in Full HD, rileva e segnala (con la notifica sullo smartphone) i movimenti, mentre la seconda è compatibile con Alexa, offre un audio bidirezionale per comunicare con chi è nell'ambiente sorvegliato e conta sull'allarme automatico. Il prezzo è un altro vantaggio di rilievo: costa 27,99 euro la prima, sale a 29,99 euro la seconda.

Videocamere per esterni

Guardando all'esterno, quindi a dispositivi più sofisticati e robusti per via della posizione e delle condizioni che devono sopportare, anche qui c'è imbarazzo della scelta e modelli per tutte le tasche. Noi ne segnaliamo due in particolare. SV3C e GazingSure. Audio chiaro e bidirezionale grazie a microfono e altoparlanti integrati, notifiche in tempo reale e immagini inviate via email nel momento in cui si attiva l'allarme sono due delle funzioni della prima camera (59,99 euro), che rileva i movimenti e permette di gestire la sensibilità per evitare i falsi allarmi. Visione notturna a 30 metri di distanza, luce a led integrata che si accende tramite app (utile per provare a bloccare eventuali intrusi), ricorso all'intelligenza artificiale per rilevare la presenza umana grazie a un sensore di movimento che si regola e registrazione in Full HD per GazingSure (94,99 euro), ideale per difendere casa ma anche aree più estese come magazzini e parcheggi.

Il kit di sensori

Un kit completo di sensori per la sicurezza domestica arriva da eTiger S5, composto da centralina, un sensore di movimento, uno per porte e/o finestre e un tag di presenza. Il sistema conta sulla connettività Wi-Fi per essere gestito da remoto tramite app (per iOS e Android) con tastiera e tag RFID, oltre che con il telecomando. E se manca la connettività casalinga, si può sfruttare la rete cellulare per inviare SMS e per le chiamate. Quando rileva un'intrusione, si innesca la sirena e invia notifiche e messaggi a (massimo) 5 utenti indicati in precedenza, prima di passare eventualmente allo step successivo, cioè le telefonate. Con un'autonomia di 8 ore, qualora non ci sia corrente, eTiger S5 supporta fino a 10 telecomandi, 60 accessori wireless (come sensori e videocamere) e costa 149,99 euro. Il modello superiore eTiger S6 (199,99 euro) aggiunge uno schermo lcd sulla centralina, utile per gestire gli eventi in programma e una dotazione di base più ampia, con due sensori di movimento e altrettanti per porte e finestre.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti