ap wireless
(Ansa)
ap wireless
Tecnologia

ApWireless cresce ancora

Nuovo investimento da 50 mln per centrali in fibra ottica Tim per il gruppo di infrastrutture e telecomunicazioni

Nuovo investimento sulle centraline in affitto a Tim per ApWireless Infrastructure: la società parte del gruppo Radius Global Infrastructure - quotato al Nasdaq e specializzato in investimenti in infrastrutture di telecomunicazione, come data center, tralicci, centrali di fibra ottica, apparati per il 5G - rafforza ulteriormente il suo portafoglio di immobili per le telecomunicazioni nel nostro Paese con l'acquisto da Central Sicaf (controllata da Covivio) di 10 centrali in fibra ottica con un investimento di circa 55 milioni di euro. Si tratta, stando a quanto ricostruito da Radiocor, della prima parte di un'operazione più ampia, del valore complessivo di 100 milioni di euro, che dovrebbe chiudersi dopo l'estate. I canoni d'affitto concordati con Tim per le centrali acquistate ammontano a 8 milioni di euro annui.

Grazie a questa acquisizione salgono a 70 le centrali Telecom possedute da ApWireless in Italia: le centraline, insieme ai tralicci per il 4G e il 5G, costituiscono il portafoglio su cui la società guidata da Carlo Ramella, ex direttore operativo di Ei Towers, ha investito in tre anni circa 400 milioni di euro. L'ebitda (utile prima delle imposte, ndr) del business italiano si avvicina ai 24 milioni di euro.

Lo scorso primo aprile ApWireless Italia aveva effettuato un altro investimento in un portafoglio di immobili affittati a Tim, rilevando sempre da Central Sicaf otto centrali per 60 milioni di euro, mentre nel dicembre del 2020 la società aveva investito altri 60 milioni per acquisire altre cinque centraline Tim nelle città di Roma, Monza, Pavia, Parma e Sanremo. In quest'ultima operazione le centraline passate di mano erano custodite in Italian Copper Fund, fondo sottoscritto da Kkr e gestito da Coima, che aveva rilevato gli asset nel 2015 per circa 49 milioni di euro.

ApWireless è una delle più importanti società di investimento a livello globale nel settore della locazione di ripetitori, focalizzata sull'acquisizione strategica e la gestione di locazioni di terreni, tralicci, tetti e ripetitori interni agli edifici. Attualmente la società è presente in 19 Paesi su quattro continenti – Europa, Asia, Australia e America – e conta su un portafoglio di oltre 6.600 immobili in affitto: il business si basa sullo sviluppo di partnership con i proprietari delle centraline e delle torri, a cui viene corrisposto un pagamento fisso in cambio del diritto a percepire il futuro canone d'affitto dalle società di tlc. Come nel caso delle torri locate a Tim in Italia.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti