MacBook Apple
(Apple)
MacBook Apple
Tecnologia

Apple ha presentato i nuovi MacBook Pro

Potenza di fuoco con i chip Mi Pro e M1 Max. In arrivo anche nuovi AirPods e gli smart speaker HomePod mini

Apple ha svelato i nuovi MacBook Pro, che segnano un punto di rottura rispetto al recente passato, riprendendo invece aspetti più datati nella storia del laptop della Mela. La principale novità estetica a livello design riguarda la presenza del notch, al centro della parte superiore del dispositivo. Introdotta con iPhone X, la tacca sbarca per la prima volta sui laptop anche se, nonostante le dimensioni abbondanti, ospita all'interno la fotocamera frontale da 1080p e non i sensori per il riconoscimento del volto. Un peccato, considerata l'efficacia e l'utilità del Face ID dimostrata con lo smartphone quanto a sblocco per l'accesso e autenticazione istantanea per le app. L'altra novità, in realtà un ritorno, concerne le porte fisiche, con l'addio alla Touch Bar in favore dell'uscita Hdmi per monitor e TV, di tre porte Thunderbolt 4 per collegare periferiche ad alta velocità, ma anche dello slot per schede SD, del jack per le cuffie e del connettore MagSafe 3 per la ricarica.

Disponibili nelle due versioni da 14,2'' (pesa 1,58 kg per uno spessore di 15,5 millimetri) e 16,2'' (2,13 kg per 16,8 millimetri), i MacBook Pro contano sul display Liquid Retina XDR con tecnologia ProMotion e frequenza di aggiornamento adattiva a 120 Hz che varia in automatico in base ai contenuti video per limitare il consumo della batteria. Debutta sul Mac la ricarica veloce, con ricarica del 50% in 30 minuti, che si aggiunge alle 17 ore di autonomia con singola ricarica del modello da 14'' e salgono a 21 ore con il fratello maggiore. Da notare (e ascoltare) l'audio spaziale e i sei altoparlanti con tre microfoni integrati.

Il salto rispetto alla generazione precedente, però, lo segnano i chip Mi Pro e Mi Max, evoluzione del processore M1 fatto in casa e lanciato da Apple con gli ultimi MacBook del novembre di un anno fa. Equipaggiati con CPU fino a 10 core e GPU da 16 e 32 core integrata direttamente nel chip. Si parla di prestazioni fino a quattro volte maggiori nei confronti del processore M1 (un esempio? La banda massima di 200GB/s per il Pro e 400GB/s per il Max), dati succulenti per i professionisti. Già attivi i preordini, i nuovi MacBook Pro saranno in consegna dal 26 ottobre con prezzi a partire da 2.349 euro per il modello da 14'' e di 2.849 euro per quello da 16'' (che nella versione più potente arriva a sfiorare i 7.000 euro).

MacBook Pro, disponibile in due modelli da 14,2 e 16,2 pollici


Attesa e confermata la terza generazione di AirPods, che montano un chip H1 e audio spaziale (con un'esperienza d'ascolto simile all'effetto surround del cinema e il suono che si propaga nello spazio), oltre al sensore pressione per semplificare la gestione del flusso musicale e delle chiamate, già disponibile sugli AirPods Pro. Aumenta l'autonomia a 6 ore, con la ricarica rapida che assicura 1 ora di funzionamento a fronte di 5 minuti di ricarica nella custodia (tramite quest'ultima l'autonomia complessiva si aggira sulle 30 ore). Da testare, in particolare, le chiamate, con audio migliorato grazie al rivestito del microfono al fine di ridurre il rumore del vento. Gli AirPods di terza generazione saranno in vendita a 199 euro, con gli AirPods della seconda generazione che scendono a 149 euro, mentre la versione Pro si arricchisce ora della custodia di ricarica MagSafe mantenendo lo stesso prezzo (279 euro).

In rampa di lancio ci sono pure gli HomePod mini, smart speaker animati da Siri disponibili in tre nuovi colori (giallo, blu e arancione, che si aggiungono alle versioni in bianco e in nero). Arriveranno per la prima volta anche in Italia, a partire da novembre, a 99 euro. Ultima novità è Music Voice Plan, nuovo piano di abbonamento di Apple Music, che consente di sfogliare un catalogo da 90 milioni di brani e playlist su misura, oltre all'onnipresente Siri, per 4,99 euro al mese.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti