Coronavirus, AllertaLOM è l'app per mappare i contagi in Lombardia
(App Store)
Coronavirus, AllertaLOM è l'app per mappare i contagi in Lombardia
Tecnologia

Coronavirus, AllertaLOM è l'app per mappare i contagi in Lombardia

Facile da usare è utile per monitorare la diffusione del virus in modo da anticipare le mosse per gestire l'emergenza

L'emergenza Coronavirus continua a colpire tante persone e per provare ad allargare il monitoraggio e frenare i contagi ci si affida anche alle applicazioni mobili. Oltre a quelle utili per sapere in tempo reale dove si trovano i propri cari oppure per memorizzare le informazioni mediche, c'è "IoRestoaCasa"che analizza le abitudini personali per valutare eventuali sintomi e per indicare il livello di esposizione al virus. La più caldeggiata dalla Protezione Civile è però un'altra, si chiama AllertaLOM e non è una novità assoluta, poiché è comparsa nei mesi scorsi nell'App Store (e poco dopo sul Play Store per i dispositivi Android) ma con l'ultimo aggiornamento innescato dalla diffusione del Covid-19 adesso offre informazioni e notifiche sul tema del momento. Per farsi un'idea di quanto possa rivelarsi preziosa come strumento in grado di fornire un monitoraggio e una mappatura del rischio contagio, basta tenere a mente le parole del vicepresidente della Regione Lombardia, Fabrizio Sala: "Chiediamo di scaricare l'app sul cellulare perché è un'arma in più contro l'emergenza".


Gli obiettivi

Primo tassello del progetto CERCACOVID messo a punto dalla Regione Lombardia e sviluppato con la digital company ARIA Spa in collaborazione con medici e ricercatori dell'Ospedale San Matteo e dell'Università degli Studi di Pavia, l'app è stata pensata in principio per ricevere gli avvisi della Protezione Civile in previsione di eventi naturali con potenziali rischi, come valanghe, incendi, forti temporali e fenomeni in grado di produrre danni idrogeologici. Adesso invece AllertaLOM si focalizza sul pericolo virus in moda da incrociare i dati con gli altri già a disposizione della regione e con le evidenze cliniche fornite dalle strutture sanitarie e dai presidi sul territorio al fine di effettuare scelte più mirate nella gestione dell'emergenza sanitaria (a partire dall'individuare l'emergere di eventuali nuovi focolai) per calcolare il grado di rischio di contagio e rafforzare le tutele per tutti i cittadini, sintomatici e asintomatici.

Come funziona

Scaricata o, per chi già la utilizzava, aggiornata l'applicazione, le attuali principali aree di interesse sono due: la sezione Coronavirus e le notifiche sulle ultime notizie sull'emergenza. Accettate le condizioni d'uso, si arriva al CercaCovid, un questionario valido per tutti i cittadini e non solo per coloro che manifestano sintomi collegabili al Covid-19. Le informazioni personali richieste riguardano sesso e età, anche perché la raccolta dati è anonima e priva di tracciamento. L'invito istituzionale è di ripetere il test ogni giorno, ma non più di una al dì, aggiornando così il proprio stato di salute. Vanno menzionate le condizioni mediche (sovrappeso, diabete, ipertensione), la zona in cui si abita e lavora, eventuali spostamenti per lavoro, le persone con cui si è stato a contatto nelle ultime due settimane ed eventuali sintomi associabili al virus (come l'alterazione di gusto e olfatto, tosse persistente, dolori muscolari, congiuntivite, raffreddore e stanchezza oltre la norma). Dalla mole di dati nasce la mappa del rischio contagio, sempre aggiornata, che consentire al team di esperti di sviluppare modelli previsionali sul contagio. Nel complesso, quindi, AllertaLOM si rivela un mezzo utile e semplice da usare per i meno avvezzi alla tecnologia, con la dimostrazione che arriva dalle positive recensioni lasciate dagli utenti sullo store digitale di Apple e Android.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti