Con l'AirDresser Samsung che rinfresca e igienizza gli abiti dici addio alla tintoria
Samsung AirDresser
Con l'AirDresser Samsung che rinfresca e igienizza gli abiti dici addio alla tintoria
Tecnologia

Con l'AirDresser Samsung che rinfresca e igienizza gli abiti dici addio alla tintoria

Samsung lancia una cabina elegante e intelligente, ideale per rimette a nuovo gli abiti: fa tutta da sola, compresa la pulizia interna

Alzi la mano chi non desidererebbe contare su una colf personale, magari un futuro robot, disponibile ogni volta che si ha la necessità di pulire e rinfrescare un abito o altri capi d'abbigliamento. La risposta è facile da immaginare, zero mani alzate, perché la comodità è evidente, senza contare le tempistiche e la possibilità di rinunciare ai viaggi in tintoria e alle spese per rimettere nuovo giacche e camicie, e senza dover ricorrere ai vari escamotage per rinfrescare i vestiti tra un lavaggio e l'altro (dall'uso di spray all'appendere i capi in bagno, fino a lasciarli a prendere aria). Bene, anzi male, perché non tutti possono permettersi una colf, come non tutti possono permettersi l'AirDresser messo a punto da Samsung, la cabina armadio preziosa quanto utile poiché in grado di rinfrescare, igienizzare ed eliminare le pieghe dagli abiti.

Come funziona

Con un'anta specchiata, si presenta come un prodotto curato ed elegante da inserire nell'armadio, per chi almeno ha spazio a sufficienza, oppure da lasciare come cabina a se stante e richiede soltanto di appendere il capo all'interno dell'unità e selezionare il ciclo in base all'esigenza. Immaginate, quindi, di tornare a casa e togliere la camicia, il pantalone o la giacca indossata durante la giornata, che magari volete rimettervi l'indomani oppure il giorno successivo. Se volete eliminare lo sporco superficiale si opta per Jet Air, tecnologia che ricorre a flussi d'acqua dall'alto e dal basso per far scomparire polvere e smog, con il filtro deodorante che, assicura Samsung, rimuove fino al 99% degli odori causati da tabacco, cibo, sudore e lavaggio a secco. Per igienizzare i capi, invece, c'è la tecnologia Jet Steam, che sfrutta getti di vapore per mietere vittime tra batteri, acari e virus, utile in particolare per ripulire i vestiti utilizzati sui mezzi pubblici ma anche sui capi e i peluches con cui giocano i bambini. Per avere panni sempre impeccabili, AirDresser pensa pure ad asciugarli con la tecnologia a pompa di calore, che agisce a basse temperature per evitare i danni da calore e rischi di restringere i capi, mentre il trattamento antipiega li rimette a nuovo senza dover passare dal ferro da stiro.

Samsung AirDresser

Prezzo alto ma acquisto doppio

La pulizia intesa dai coreani è totale perché va oltre gli abiti e colpisce la stessa cabina armadio, che tramite la tecnologia Self Clean deumidifica, igienizza e deodora l'interno della stessa ricorrendo a una combinazione di aria, vapore e calore. E per non sbagliare o intaccarne il funzionamento, è sempre AirDresser ad avvisare quando si rende necessaria la pulizia, con una media che si aggira attorno ai 40 cicli. Altro elemento per il quale l'armadio smart si fa apprezzare è la modalità silenziosa che consente di utilizzarlo di notte senza che disturbi il sonno, inoltre lasciando la porta aperta può fare da deumidificatore per l'ambiente, mentre se vi intendete poco di pulizie c'è l'app SmartThings che suggerisce i cicli più adatti e la possibilità di monitorare i consumi da remoto o rimediare a qualche errore. Dicevamo sopra che, tuttavia, la linea di separazione tra AirDresser e le case degli italiani può essere essenzialmente una, cioè i 2.499 euro che servono per acquistarla, anche se chi la prende entro il 20 aprile e la registra attraverso il sito Samsung ottiene in omaggio la scopa elettrica POWERstick Jet Light (che costa 499 euro).

L'armadio smart di LG

I più attenti si ricorderanno che già in passato era arrivato sul mercato un prodotto simile, lo Styler targato LG, che in sostanza funzionava in maniera molto simile all'AirDresser. Bisognava riporre gli abiti sulle grucce e scegliere il programma adatto all'occasione per lavare a secco, rinfrescare, asciugare e stirare i capi, con la possibilità di gestire l'attività anche con i comandi vocali. Al contrario dell'Italia, dove l'idea ha faticato a imporsi e sul cui sito del prodotto non c'è più traccia, in paesi come Germania, Regno Unito, Stati Uniti lo Styler è disponibile in diverse versioni, con prezzi a partire da 1.349 dollari.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti