Moda

Guru, la margherita a sei petali rifiorisce con Gianluca Sessarego

Ha appena inaugurato il nuovo sito e-commerce di Guru, progetto a sei petali ripreso dall’imprenditore Gianluca Sessarego e da Ghep, società da lui fondata nel 2014, leader nella produzione e vendita di prodotti di abbigliamento, calzature e accessori in grande distribuzione.

L’iconica margherita, registrata con brevetto a livello mondiale insieme al nome del brand, è un simbolo versatile e iconico che molti ricordano, anche in modo giocoso e solare, protagonista delle estati italiane e di successi internazionali come la sponsorship passata in Formula Uno accanto a Flavio Briatore.

Sei petali, sei qualità, colore, positività, versatilità, iconicità, amore e sostenibilità, che tornano a far rifiorire Guru tra i top lifestyle brand sotto la guida dell’imprenditore monegasco, determinato a risvegliare ricordi nostalgici della memoria collettiva e a darne un nuovo percorso contemporaneo, anche fra i più giovani, attraverso i social media, il web, gli eventi creati ad hoc per fare festa o per la musica, i motori e lo sport, e per debuttare, nel 2023, a fiere di settore come Pitti a Firenze e a Parigi, con total look nell’abbigliamento e accessori ampliati.

La storia non si era mai esaurita, frutto di un'indovinata convergenza tutta italiana tra fattori estetici, empatici e valoriali che continua a trasmettere un sentimento positivo, partecipativo e familiare, ponte fra le generazioni, a chi se ne chiede ricordo.

Dopo l’acquisizione della licenza di abbigliamento nel 2018 da parte di Ghep, il riscontro dei primi consumatori è davvero un interessante successo di vendita e di percepito aspirazionale, accanto a brand come Adidas, Kappa e Nike, tanto che l’anno successivo si decide di ottiene la master licence per la produzione e distribuzione di tutte le linee e declinazioni a marchio Guru, affidando già a licenziatari le declinazioni bambino, profumeria uomo e donna, biancheria intima, occhiali e altre in divenire.

Gianluca Sessarego

Commenta Gianluca Sessarego: «Era come se i consumatori aspettassero il ritorno di Guru e della sua margherita. Vendere 300.000 capi nei mesi dell’estate 2020, periodo infelice per i mercati a causa della pandemia, va ben oltre le capacità di posizionare il brand in modo corretto e di stabilire la giusta connessione con il pubblico. È stata una folgorazione: Guru è il pensiero positivo e il brand di cui abbiamo bisogno. Naturalmente siamo stati attenti a pensare a un ritorno di qualità, mantenendo vincente rapporto con il prezzo, e andando ad innovare nello stile: la margherita iconica rivista in multicolor, in chiave artistica o couture, specialmente per la prima linea».

Per adesso i drop che si susseguiranno in svariate uscite si possono acquistare solo online, con logistica interna direttamente da Monaco, forti dell’esperienza industriale su larga scala e la profonda conoscenza della filiera della grande distribuzione Europea.

Pezzi basici street style e altri più classici, prodotti in Italia e sostenibili nella scelta delle materie prime naturali (come 100% cotone), fanno presumere realizzazioni competitive a tutto il team di Ghep che mira a espandersi non solo in Italia, Spagna, Francia e l’intera Europa, ma anche in Cina e in America.

La società, con sede a Montecarlo, dispone di due poli logistici, uno nel Principato e uno a Nizza, pronti per la guerrilla del fiore: un naming internazionale dal forte impatto evocativo, un logo iconico divenuto inconfondibile, un brand veicolo di Italian lifestyle nel mondo, continue capsule di prodotti riconoscibili e di qualità e, ovviamente, il battage mediatico che ha vita creativa con questo multi-lifestyle brand.

La prima linea di abbigliamento verrà gestita in diretta dalla casa madre, con il debutto della piattaforma e-commerce da questo mese (e in qualche boutique selezionata), e una marcata presenza in comunicazione; la seconda linea continuerà la sua crescita nel canale grande distribuzione e sarà in vendita presso i principali player del settore.

A regime la prima linea, in diverse soluzioni, prevede otto drop di prodotto all’anno (quattro per stagione) oltre alle limited edition e collaborazioni speciali, con ciascuna release ispirata a tematiche legate allo stile, all’attualità e alle funzioni d’uso stagionali.

Guru basic, veicolata nella grande distribuzione, non mancherà di capi casual quali t-shirt, shorts e felperia adatta alle svariate occasioni quotidiane, siglata con un logo differente, composto da una mezza margherita.


Il rilancio di Guru ha come primo ambassador proprio l’imprenditore Gianluca Sessarego, il primo titolato a metterci la faccia e a presentare tre progetti che vedono il marchio protagonista in sponsorship mirate: Rossa Music Festival a Prato Nevoso Ski, Fanatec GT World Challenge Tour e Ristorante ChezzGerdi a Formentera.

Si parte con la musica, un palcoscenico a 2000 metri di altezza sito sulle piste di Prato Nevoso (Cn) e l’evento Rossa Music Festival, dove dj conosciuti a livello internazionale come Tommy Vee, Bob Sinclar e Gabry Ponte hanno associato le loro performance alla margherita multicolore.

Poi riecco i motori, con Fanatec GT World Challenge Tour, il campionato Gran Turismo abbinato a brand leader del segmento automobilistico - MacLaren, Lamborghini, Porsche, ad esempio – e a piloti leggenda come Valentino Rossi al debutto sulle quattro ruote nelle gare Sprint ed Endurance con Audi #46.

GURU al fianco di Lamborghini nella personalizzazione della vettura sarà in gara da maggio a settembre 2022 per la Sprint CUP.

Ad aprire la stagione estiva, comincia il Ristorante ChezzGerdì di Formentera dove ci sarà un corner shop con capi Guru in edizione limitata pensati per la location spagnola e indossati anche come divisa dallo staff.

Gianluca Sessarego, esperto sciatore e anche maestro di sci nel suo passato, sta già cominciando a creare un contenitore Guru dedicato agli Sci Club e alle squadre che gareggiano sulla neve e quindi di dedicare qualche drop a capi più tecnici del segmento

Sportswear. Magari si penserà anche agli e-sports e al settore design, dal momento che è così versatile l’applicazione del marchio e della gioiosa Margherita; di sicuro la selezione verrà spontanea negli eventi italiani e internazionali dove si potrà fare una strepitosa atmosfera di festa.

From Your Site Articles
Ti potrebbe piacere anche

I più letti