libro
iStock
libro
Lifestyle

I 10 libri di economia più belli del 2015

Ecco quali sono i titoli che hanno segnato l’anno che sta per chiudersi

La raccolta

Porta la firma di Business Insider la raccolta di libri di economia e business più significativi dello scorso anno. Di seguito, i primi dieci.

1 – “The self-made billionaire effect”

Gli autori del libro “L’effetto del miliardario che si è fatto da solo: come produttori estremi possono creare un grandissimo valore” hanno preso in considerazione 800 miliardari che si sono fatti da soli. La conclusione è che il denominatore comune dei super ricchi sia una mentalità da produttore che permette loro di aggiungere, attraverso nuove strategie, un grande valore alla propria attività. Il saggio identifica cinque abitudini chiave di questo tipo di mentalità che chiunque può incorporare nel proprio business.

2 – “How to fly a horse”

Il sottotitolo del libro di Kevin Ashton, pioniere dei network di identificazione a radiofrequenza (Rfid), è: “La storia segreta di creazioni, invenzioni e scoperte”. Il saggio racconta il dietro le quinte del processo creativo di invenzioni che hanno cambiato il corso della storia, partendo dai fratelli Wright che, come indica il titolo, hanno trovato il modo di far volare un cavallo.

3 – “The reputation economy”

Ovvero: come ottimizzare il proprio impatto digitale in un mondo in cui la reputazione è la variabile di maggior valore. Michael Fertik, ceo di Reputation.com, spiega come assicurarsi che la propria presenza online giochi a proprio favore.

4 – “The leadership handbook”

Figura fra i best seller del New York Times il saggio di John C. Maxwell, considerato il maggiore esperto di leadership. Il libro raccoglie 26 strategie provate per superare i fallimenti e capire quali rischi cogliere.

5 – “Bold: how to go big, create wealth and impact the world”

L’imprenditore seriale Peter H. Diamandis e il guru del marketing Steven Kotler danno seguito al precedente bestseller (intitolato “Abbondanza”) con un saggio che, analizzando le tecnologie e gli imprenditori che stanno ridefinendo il mondo, spiega come “crescere, creare ricchezza e avere un impatto sul pianeta”.

6 – “Performing under pressure”

Il saggio “Rendere anche sotto pressione: la scienza di fare il proprio meglio quando conta di più” è firmato da Hendrie Weisinger, uno psicologo che ha insegnato alla Wharton School of Business e da J.P. Pawliw-Fry, coach del rendimento. Il libro propone 22 strategie per evitare di farsi prendere dal panico e dare il massimo.

7 - “Work Rules!”

Google ha guadagnato una solida reputazione come uno dei posti migliori dove lavorare e una buona parte del merito va al responsabile del personale Laszlo Bock che firma un libro in cui spiega – come recita il sottotitolo – quali regole possono cambiare il modo di lavorare, vivere e amare. Ovvero: quali culture aziendali e manageriali massimizzano la soddisfazione dei dipendenti.

8 – “The Eureka factor”

John Kounios e Mark Beeman, neuroscienziati esperti della manifestazione della creatività nel cervello, raccontano i casi in cui la mente supera un momento di confusione e genera una nuova idea.

9 – “The road to character”

Editorialista del New York Times, David Brooks è convinto che la fissazione con il branding online e il bisogno di rastrellare traguardi da presentare nel proprio cv siano andati troppo oltre. Dunque, nel saggio “La via verso il personaggio”, analizza una serie di nomi che hanno lasciato il segno nella storia per dimostrare che il vero successo ha più a che fare con dimenticare se stessi per stringere rapporti con gli altri.

10 – “Collaborative intelligence”

Dawna Markova e Angie McArthur della società di consulenza Professional Thinking Partners spiegano quali siano le strategie più efficaci per aiutare, come indica il sottotitolo, “persone che pensano in modo diverso a pensare”.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti