Televisione

Uomini e Donne, Tommaso Scala: "Ecco perché io e Flavia ci siamo lasciati"

L'ex tronista racconta la sua verità e svela per la prima volta i retroscena della fine della storia con la Fiadone 

Tommaso Scala

In una lunga intervista Tommaso Scala racconta perché le cose tra lui e Flavia Fiadone non hanno funzionato – Credits: Video Mediaset

La storia tra Tommaso Scala e Flavia Fiadone è finita ormai due mesi fa eppure gli ammiratori della coppia di Uomini e Donne - scoppiata con tempistiche record dopo qualche sparuto incontro - continuano a discuterne e difendere i reciproci prediletti. Ad alimentare la diatriba c’ha pensato l’ex tronista, concedendo un’intervista al sito Chiccosedoc nella quale spiega per la prima volta i motivi della rottura. Almeno in parte, perché nonostante la lunghezza delle risposte, Tommaso semina dubbi e qualche non detto.

I MOTIVI DELLA ROTTURA. Perché la storia tra Tommaso e Flavia fosse finita - o meglio, non fosse mai cominciata - non era ancora del tutto chiaro. L’ex tronista dà per la prima volta la sua versione dei fatti: “Cosa non ha funzionato? Prettamente un po’ i suoi impegni, un po’ i miei, un po’ la distanza - svela - È stato tutto un legarsi di cose e di eventi che comunque ci hanno portato a litigare spesso”. L’ex tronista non nasconde che sette mesi di conoscenza all’interno del programma non sono sufficienti a conoscere bene una persona e, a telecamere spente, può capitare di tutto. “Vivendo fuori questa situazione ci sono state delle incongruenze che ci hanno portato a litigare. Poi ce ne sono stati altri di motivi ma per una questione di rispetto reciproco abbiamo deciso di metterci una pietra sopra entrambi”. 

COL SENNO DI POI…Tommaso traccia un bilancio a tutto tondo del fallimento della storia e torna indietro ai tempi in cui arrivarono in trasmissione diverse segnalazioni su Flavia. “Penso che l’errore mio all’inizio è che quando sono uscite quelle segnalazioni io dovevo sicuramente indagare meglio. Ho sbagliato io perché a me piaceva quella persona e ho detto, vabbè le segnalazioni arrivano su tutti però lasciamo stare”. L’ex tronista torna poi sul feroce scambio di post attraverso le pagine Facebook che lui e la Fiadone si sono scambiati all’indomani della fine della storia: Tommaso ribadisce che la decisione di comunicare a tutti la fine (prematura) della loro storia, è stata di Flavia. “Per me avremmo potuto benissimo chiudere in maniera tranquilla senza dire tutto subito alle persone”.

 

IL VIAGGIO MANCATO. Tommaso racconta poi un altro piccolo dettaglio della sua storia con Flavia, cioè il mancato viaggio finale della coppia (che invece gli altri protagonisti del trono classico di Uomini e Donne hanno fatto). “La scelta di non fare il viaggio non l’ho capita. Io volevo andare ma nel momento in cui una persona ti dice ‘io non ho voglia’ io non posso insistere più di tanto perché poi alla fine se io avessi insistito lei avrebbe detto ‘scusami un attimo, vuoi stare con me o vuoi le telecamere?’. Alla fine te lo chiedo uno, te lo chiedo due, te lo chiedo tre ma se non hai voglia di fare il viaggio perché sei stressata io accetto la tua decisione”. E tra le righe dell’intervista si coglie un sospetto circa la presenza di un “terzo incomodo” che forse non avrebbe gradito la "luna di miele".

TENTATO RIAVVICINAMENTO. Circa un mese fa era poi esploso il gossip su un possibile riavvicinamento tra Flavia e Tommaso. Scala ammette ora che un tentativo c’è stato ma le cose non sono andate a buon fine. “Niente, ci abbiamo provato. Volevo delle delucidazioni, le ho avute. Ha ammesso determinate cose. Io là per là non sapevo che dire. Ho tentato di capirla ma con scarsi risultati”. Le cose però non hanno funzionato, i rapporti  restano tesi e Scala non rinuncia a pizzicare l’ex fidanzata. “Posso chiedere scusa innanzitutto a tutti i fans (per i toni usati su Facebook, ndr) e poi anche a Flavia perché non ho problemi. Mi sono agitato e magari ho usato dei toni sicuramente poco carini. Ci sta e le chiedo scusa. Penso che lei invece le scuse non le debba a me ma a se stessa”. 

© Riproduzione Riservata

Commenti