TV Zoom

Ascolti 9/7: la noiosa Argentina-Olanda fa il 45% di share

In oltre 10 milioni hanno sbadigliato davanti alla tv

Ha fatto un buon risultato, ma non è stato un bilancio eclatante. La Gazzetta dello Sport ha intitolato “Che palle” per stigmatizzare lo scarso spettacolo offerto dalle squadre nei tempi regolamentari e questo non poteva non avere degli effetti, sia pure relativi, su gli ascolti. Su Rai 1 Argentina-Olanda ha ottenuto 9,230 milioni e 45,68%, nel primo tempo 9,875 milioni e il 39,64% di share e nel secondo 9,4 milioni e il 47,65%; nei tempi supplementari l’ascolto è stato di 8,2 milioni con il 53,38% di share e infine di 8,4 milioni e 59,18% nella fase dei rigori. La sera prima Brasile-Germania, finita 7 a 1 per i tedeschi e senza la coda dei tiri dal dischetto, aveva ottenuto 10,649 milioni e il 45,4%, sostanzialmente un milione in più di spettatori. Nel 2010 la seconda semifinale, Spagna-Germania, aveva riscosso ben 11,584 milioni di spettatori ed il 48,92%, ma era stata giocata un’ora prima.

In tema calcio Sky, Argentina-Olanda ha conquistato 1,892 milioni di spettatori e il 9,36% di share; su Rai Sport 1, invece, il match ha conseguito 325 mila spettatori e l’1,61% (e ben 393 mila e 2,77% per i rigori), per circa 11,447 milioni di spettatori complessivi ed il 56,65% di share.

Tra le native digitali free la rete più vista in prima serata è stata Top Crime a quota 345 mila spettatori e 1,55% con Law & Order Svu. Nel pomeriggio, nonostante  i buoni risultati di ascolto su Rai Tre (1,160 milioni e l’11,86% di share all’arrivo), su Rai Sport 2 il Tour de France- che continua a celebrare le belle imprese della maglia gialla Vincenzo Nibali- ha totalizzato ulteriori 486 mila spettatori con il 4,9% di share, senza computare l’audience di Eurosport.

© Riproduzione Riservata

Commenti