Gli anni 80, sempre loro. Dopo la sitcom i Goldbergs su Joi, ecco Stranger Things in visione dal 15 luglio su Netflix. Qui però non si ride, ma siamo di fronte a un mistery in piena regola con Winona Ryder (icona dei bei tempi che furono), diretta dai fratelli Duffer.

Che cosa vedremo
La serie in 8 episodi di un’ora ciascuno si apre con la scomparsa di un ragazzo. Nel momento in cui gli amici, la famiglia e la polizia si mettono alla sua ricerca, vengono travolti da un mistero che include esperimenti segreti, forze sovrannaturali e terrificanti, inquietanti figure… e molti riferimenti alla cultura pop degli anni 80.

Il cast
Winona Ryder (Show Me a Hero), David Harbour (Suicide Squad), Finn Wolfhard (The 100, Aftermath, The Resurrection), Millie Brown (BBC’s Intruders,Once Upon A Time, NCIS), Gaten Matarazzo (The Blacklist), Caleb McLaughlin (The Lion King on Broadway), Noah Schnapp (Il ponte delle spie, The Peanuts Movie), Natalia Dyer (After Darkness, Hannah Montana: Il film), Charlie Heaton (Shut In, Urban and the Shed Crew), e Matthew Modine, altra icona degli anni 80, di nuovo in carriera grazie a serie tv come Proof.

Gli autori
Matt e Ross Duffer hanno fatto notizia alla fine del 2011, quando, freschi di laurea, hanno visto molteplici studi cinematografici in lizza per il loro thriller-horror Hidden, poi acquistato dalla Warner Bros.

Che cosa hanno scritto

“Ho trovato la fusione del genere avventura pre-teen con l’horror leggero decisamente fresca”. (Terry Terrones, Colorado Springs Gazette).

“Una serie è perfettamente calibrata. Ci si sente come a guardare un telefilm prodotto durante l'epoca in cui è ambientato, ma con il mestiere della televisione di oggi”. (Joshua Alston, The A.V. Club).

Il trailer


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti