Serie TV

Paura d'amare, il sequel in sei puntate su Rai1

Giorgio Lupano, Erica Banchi e Ida Di Benedetto tornano in una storia che nella prima stagione ha conquistato il 30% di share. Ora si spera di ripetere l'exploit

Paura d'amare 2, il cast (Credits: Assunta Servello)

I telespettatori avevano lasciato la serie Paura d'amare  nell'autunno del 2010 con un momentaneo happy end: i due protagonisti Stefano (Giorgio Lupano) e Asia (Erica Banchi) avevano finalmente coronato la propria storia d'amore e sembravano destinati ad un futuro felice. Ma, come sempre accade per i prodotti molti seguiti dal pubblico, il sequel è in agguato e riserva a tutti i personaggi nuove, dolenti, peripezie.

Con queste premesse parte questa sera su Rai1 la seconda stagione di Paura d'amare, con altre sei lunghe puntate nelle quali i sentimenti di tutti saranno duramente messi alla prova. Partiamo da Stefano e Asia: i due hanno avuto un bambino, Andrea (Filip Tota) e vivono in grande serenità con i  figli che Stefano aveva avuto dal suo precedente matrimonio. I ragazzi Carlotta (Benedetta Gargari) e Tommy (Dario Fiorica) sono molto legati ad Asia che è stata la loro baby sitter all'indomani della drammatica morte della loro madre.

Con tale quadretto idilliaco si apre la seconda stagione di Paura d'amare. Ma su questo stato di serenità pesa un'ombra, quella di Elide (Ida Di Benedetto) la donna che aveva ucciso la prima moglie di Stefano e era riuscita a mandarlo persino in carcere con l'accusa di omicidio. Liberatosi da qualsiasi sospetto e sbandierata orgogliosamente la propria innocenza, Stefano teme le ritorsioni di Elide che era stata data per morta in un incidente. Ma il suo corpo non era mai stato trovato. I timori dell'uomo si riveleranno fondati nelle sei puntate in programma. Elide, infatti, è viva e si nasconde in Tunisia dove ha tessuto una fitta rete di intrighi finalizzati a rovinare la nuova famiglia di Stefano.

Ad essere colpita per prima è l'azienda farmaceutica dell'uomo, la Loipharma i cui nuovi stabilimenti tunisini sono in forte difficoltà. Un industriale concorrente Hanri Von Berg ( Fabio Sartori) si offre di rilevarli ad un prezzo fuori dal mercato, ma la sua proposta viene rifiutata. Il tentativo di riportare in auge questa importante parte dell'azienda di famiglia super tecnologizzata, non ha successo. E la crisi irrompe nella vita privata e professionale di Stefano.

Ci vorrà molto tempo prima di capire che dietro questa manovra di depauperamento della Loipharma c'è proprio Elide, più che mai intenzionata a rovinare Stefano anche sul piano personale, oltre che professionale. Allo scopo stipula un contratto con una ragazza tunisina molto bella e senza scrupoli Ester (Alexia Dragemont). A lei affida l'incarico di sedurre Stefano e di allontanarlo dalla sua famiglia e da Asia. Il progetto sembra aver successo, fino a quando una serie di circostante impreviste e di colpi di scena non sopraggiungono a dare una svolta alla storia.

Nulla sarà facile e scontato, assicurano gli sceneggiatori, neppure il lieto fine della seconda stagione. Asia, che nel frattempo si è laureata in medicina, dovrà lottare con grinta e energia per riconquistare la sua famiglia, in un ambiente che troppo spesso le si rivela ostile. La serie è stata girata prevalentemente in Tunisia dove si svolge buona parte della storia diretta da Stefano Terracciano. A realizzarla per Raifiction, è la Titania, società di produzione di Ida Di Benedetto. L'attrice si è ritagliata un consistente cameo all'interno della storia, calandosi in un personaggio femminile infido, malvagio, una sorta di strega moderna.

Paura d'amare torna su Rai1 dopo un'assenza lunga tre anni: molti, per un sequel che di solito viene riproposto a distanze temporali più brevi. Ma il progetto della seconda stagione che, inizialmente era stato accantonato, è stato poi ripreso sulla scorta degli alti indici di ascolto conquistati dalla serie nel 2010: circa il 30% di share. E, in una realtà così precaria dal punto di vista dell'Auditel, si è scelto di puntare sulla sicurezza di un risultato d'audience molto soddisfacente che, adesso, si spera di replicare.

© Riproduzione Riservata

Commenti