Serie TV

Ozark: foto e trailer della nuova crime story di Netflix

Tra mafia story e dramma familiare, una serie nel segno di Breaking Bad

Da Chicago alle sponde del Missouri, nell’America profonda: non è un viaggio di piacere, ma una fuga quella dei Byrdes, la famiglia protagonista di Ozark, la nuova serie in onda su Netflix dal 21 luglio, che si presenta come una sorta di Breaking Bad al contrario, tra dramma familiare e mafia story.

 

Che cosa vedremo

I coniugi Byrdes e i loro figli adolescenti, Charlotte e Jonah, sono una famiglia ordinaria, che conduce una vita assolutamente normale se non per il lavoro un po’ particolare di Marty (Jason Bateman), il capofamiglia: consulente finanziario di Chicago, esperto nel riciclaggio di denaro per un cartello della droga messicani. Quando le cose si mettono male, Marty è costretto a trasferirsi con la sua famiglia dalla skyline di Chicago alla piccola cittadina di Ozark, nel Missouri.

Il cast

Jason Bateman, che interpreta il protagonista Marty, è anche regista e produttore esecutivo di Ozark. Accanto a lui, Laura Linney, Esai Morales, Julia Garner, Marc Menchaca, Jason Butler Harner e Harris Yulin.

Che cosa hanno scritto

“La serie trova regolarmente un modo per evidenziare l'umanità in una storia di atti disumani, e sa quando ad allontanarsi da un atto troppo vile”. (Ben Travers, Indiewire).

“L'atmosfera generale della serie è di suspense, ma ci sono piccole sacche di commedia che si individuano nel comportamento della gente del posto”. (Matthew Gilbert, Boston Globe).

“Non è bella come i grandi classici come I Soprano, The Wire e Breaking Bad, ma condivide la stessa natura indagatrice: esamina con intelligenza la psicologia, la sociologia e l'economia che fanno da carburante al crimine”. (David James, We Got This Covered).

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti