Serie TV

Breaking Bad: 7 cose da sapere sulla serie tv più amata

Negli Usa si è appena conclusa la quinta e ultima stagione. Da noi il finale invece andrà in onda a novembre. Ecco alcune curiosità a prova di fan

Echi del finale televisivo di Breaking Bad sono arrivati fino in Italia, anche se l'episodio che conclude la quinta e ultima stagione, qui non lo vedremo prima di novembre sul canale AXN di Sky (e da gennaio in chiaro su Rai 4). Segno che le vicende del professore di chimica, che diventa spacciatore quando scopre di avere un male incurabile, hanno ipnotizzato anche gli italiani. Ideata da Vince Gilligan, Breaking Bad negli Usa ha chiuso in bellezza portandosi a casa un Emmy Award come miglior serie drammatica. E suoi fans per dirle addio si sono scatenati in una gara a chi ne sa di più sul web. Abbiamo trovato almeno 7 curiosità degne di nota.

1. Sigla chimica

All'inizio di ogni episodio, nella sigla si legge la formula chimica C10H15N insieme al numero 149.24 con la parola "Meth" che appare poco prima del titolo. Non è un caso: C10H15N è la formula per la metamfetamina che ha il peso molecolare di 149,24. E "meth" il nome con cui viene chiamata in gergo.

2. La droga blu

Il lato oscuro di Breaking Bad è la blue sky, una metanfetamina di colore blu, e più forte di quelle in circolazione, che trasformerà il suo creatore da compassato insegnante di chimica in boss sanguinario della droga. Ma la meth blu nella realtà è impossibile: Donna Nelson, professore di chimica presso l'Università dell'Oklahoma, e consulente del serial ha spiegato che: "quando si cristallizza tutto ciò che è incolore, come i cristalli di metilanina, di solito si ottiene una sostanza giallina e non blu". Dunque il colore è un artificio degli sceneggiatori… prontamente copiato da alcuni spacciatori che nel 2008, quando Breaking Bad arrivò sugli schermi, introdussero del colorante alimentare blu nelle loro pillole della morte (la metanfetamina ha effetti irreversibili sulle cellule cerebrali, col tempo causa effetti come la caduta di denti e capelli e può provocare la morte per overdose, ndr).

3. Una serie da record

Il Guinness dei primati ha assegnato alla 5° stagione di Breaking Bad il titolo di serie TV più votata di tutti i tempi, per via del punteggio ottenuto su Metacritic di 99/100. Ma tra tanti fan si è fatto avanti un detrattore, di rango: il regista Oliver Stone ha liquidato il finale della serie come irreale, ridicolo e violento. E anche a Britney Spears pare non sia piaciuta.

Breaking-Bad-season-5-2_emb4.jpg

4. L'italiano

Uno dei volti più noti della serie è quello di Gus Fring interpretato da Giancarlo Esposito. Esposito è nato in Danimarca nel 58 da un carpentiere italiano, originario di Napoli, e da una cantante afro-americana. Poi si è trasferito con la famiglia a New York dove è diventato attore.

5. Rifiuti

Prima che il canale AMC accettasse di trasmettere Breaking Bad, altre reti più importanti come Showtime, TNT , FX e HBO l'avevano rifiutata. Così come John Cusack e Mattew Broderick si erano rifiutati di interpretare il protagonista Walter White (ruolo poi andato a Bryan Cranston).

6. Cambio di destinazione

Breaking Bad avrebbe dovuto essere girato in California, ma poi la produzione ha scelto di girare ad Albuquerque, nel Nuovo Messico. Questo cambiamento di location ha giovato soprattutto alle imprese locali del posto, che esportano in tutto il mondo prodotti ispirati a Breaking Bad. Un business a sei zeri che continua a anche ora che la serie è finita.

7. Questione di fisica

Lo pseudonimo di Walter White, Heisenberg, è un omaggio a Werner Heisenberg, il fisico che formulò il principio di indeterminazione, il quale afferma che è impossibile determinare simultaneamente la posizione e la velocità di un elettrone o di qualsiasi altra particella con un grande livello di accuratezza e certezza. Una citazione per pochi...

© Riproduzione Riservata

Commenti