Serie TV

Bates Motel: 5 cose da sapere sulla serie tv ispirata a Psyco

Dopo Hannibal, prequel televisivo de Il silenzio degli innocenti, tocca a Psyco: venerdì 13 su Raidue la prima puntata di Bates Motel, antefatto del capolavoro di Hitchcock

L'accoppiata Alfred Hitchcock-Anthony Perkins rimane imbattibile. Ma Bates Motel, il serial tv in 10 episodi ispirato a Psyco, in onda su Raidue da venerdì 13 settembre (ore 21:55), potrebbe riservarci più di una sorpresa. Non paghi di aver scomodato il maestro del brivido, gli autori hanno infatti dichiarato di aver saccheggiato anche Twin Peaks, capolavoro televisivo di David Linch. E visto e considerato che tra loro c'è Carlton Cuse, già artefice del successo di Lost, potrebbe davvero scapparci un terzo cult. Ma andiamo con ordine.

La storia
Norman Bates, magistralmente interpretato da Anthony Perkins in Psyco qui ha le fattezze del giovane Freddie Highmore che a conti fatti ha 8 anni in meno di quanti ne avesse Perkins durante il film. E' comprensibile visto che parliamo di un prequel. La vicenda si svolge in una cupa ma apparentemente rigogliosa cittadina nel nord ovest del Pacifico. E sappiamo tutti quanti misteri e pericoli possa nascondere la provincia americana…

I protagonisti
Scopriremo chi era Norma Bates (Vera Farmiga), la "mamma" e quante responsabilità abbia nella genesi del "mostro" Norman. Poi ci sono Sam Bates, il padre. E Dylan (Max Thieriot), il fratellastro, un personaggio su cui gli sceneggiatori hanno riposto molte speranze (di più non possiamo dirvi). Completano il presepe vivente uno sceriffo e due ragazze: Bradley (Nicola Peltz) ed Emma (Olivia Cooke). Più una serie di misteriosi comprimari.

Il diario
La vicenda di Twin Peaks prendeva le mosse dal Diario di Laura Palmer, distribuito anche in libreria. Anche Bates Motel ha il suo contrappunto narrativo: The Bates Motel Jiao's Story, un manga che racchiude una sordida storia di sesso e dominazione. Potete già scaricarlo da iTunes gratuitamente, in inglese.

Bates-Motel-3_emb4.jpg

Gli autori
Hitchcock dovreste già conoscerlo: citarlo è doveroso, visto che Psyco è pur sempre una sua idea. Di Carlton Cuse, il produttore esecutivo, sappiamo che è laureato in storia ad Harvard e ha vinto numerosi premi per Lost. Coautrice della serie è Kerry Erhin, che nel 2007 ha ricevuto tre nomination al Writers Guild of America per Friday Night Lights, una delle più belle serie tv degli ultimi anni. Ma il suo nome è anche tra i titoli di coda di Boston Legal e di Parenthood. Due sceneggiatori di razza, insomma.

I precedenti
Questo Bates Motel non è il primo tentativo di portare in tv Psyco. Ci aveva provato già nel 1987 la NBC con un telefilm intitolato proprio... Bates Motel. Ma si trattò di un sequel poco riuscito. Nel 1990 fu poi la volta di un film tv intitolato Psyco IV, una sorta di prequel che aveva per protagonista lo stesso Anthony Perkins, il quale in verità non si è mai sottratto e ha partecipato anche a Psyco II e Psyco III. Evidentemente a Norman Bates non si poteva dire di no.

© Riproduzione Riservata

Commenti