Televisione

Sam Simon: è morto il co-creatore dei Simpson

Era malato da tempo. E prima di andarsene ha voluto lasciare tutto il suo patrimonio (milionario) in beneficenza

2014 Writers Guild Awards L.A. Ceremony - Inside

– Credits: Getty Images

Sam Simon, co-creatore dei Simpson assieme a Matt Groening e James Brooks, è morto ieri nella sua casa di Los Angeles. Aveva 59 anni ed era malato di cancro al colon.

Geniale e generoso, Simon ha lasciato tutto in beneficenza: un patrimonio di 100 milioni di dollari interamente devoluto alle cause che gli stavano a cuore, a cominciare dagli animali per la cui difesa si è speso senza limiti tutta la vita. Fu lui a salvare Benjy, il toro da riproduzione gay, destinato al macello: pagò perché fosse trasferito in un'oasi dove vivono altri animali rifiutati. Ma aveva salvato anche cani, orsi, 500 cincillà da pelliccia e persino un elefante indiano.

Prima di arrivare ai Simpson, fresco di laurea a Stanford, aveva lavorato come vignettista al San Francisco Chronicle. A 25 anni il passaggio alla tv, che nel giro di pochi anni lo aveva condotto al team dei creatori dei Simpson: il miliardario Burns e il commissario Winchester, tanto per dire, sono opera sua.

Con Groening l'idillio non è durato molto: solo 4 anni, che però hanno garantito A Simon alcuni milioni di dollari in diritti d'autore: "Io guadagno decine di milioni di dollari all’anno, che non sembrano poi tantissimi: ma dopo 25 anni fanno una bella cifra", ha risposto a un giornalista che gli chiedeva di spiegare il suo gesto di lasciare tutto in beneficenza.

Il cancro gli era stato diagnosticato nel 2012.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti