Schermata 03-2457087 alle 09.56.38
Televisione

Nicolò Prati: "Non sapevo neanche che Sadler avesse un ristorante a Milano"

Nel giorno della finale "spoilerata" di MasterChef Sky e Magnolia fanno sapere che ricorreranno a vie legali contro Striscia mentre Nicolò risponde via Facebook alle accuse

Ha scelto Facebook Nicolò Prati per rispondere alle accuse lanciate da Striscia la Notizia. Secondo il tg satirico il giovane concorrente di MasterChef non avrebbe dovuto partecipare alla trasmissione in quanto avrebbe lavorato per un anno presso il ristorante Sadler di Milano.

Lo stesso Claudio Sadler nella giornata di ieri aveva smentito la notizia, ma a rompere il silenzio è stato Nicolò in persona che, in un breve video postato sul social network, ha affermato: "Il servizio di Striscia ha rovinato il finale di un'esperienza fantastica e il lavoro di tante persone che hanno reso MasterChef indimenticabile. Come forse saprete io sono stato bocciato in quinta superiore e ho ripetuto l'anno, dopodichè mi sono iscritto ad agraria. Non avrei avuto il tempo materiale per lavorare un anno in nessun ristorante. E poi in Italia il lavoro minorile sarebbe anche vietato per legge. Non solo: io devo ammettere che non sapevo neppure che Sadler avesse un ristorante a Milano. Io sono quello che voi avete visto da casa: il giovane ragazzo appassionato di cucina amante delle galline che fino a ieri viveva una vita normale e che oggi si trova coinvolto in questo assurdo polverone".

Intanto nei palazzi di Sky e Magnolia, la società che produce MasterChef, nessuno è disposto a lasciare cadere la cosa. In un comunicato Sky ha dichiarato: "Prendiamo atto che Striscia la notizia ha scelto di anticipare il possibile finale di Masterchef, due giorni prima della messa in onda dell’ultima puntata su Sky Uno. Questa anticipazione è stata promossa con spot, annunci stampa e sui social media, per essere sicuri che non passasse inosservata e immaginiamo per trainare ascolti al programma. Al di là degli aspetti formali che in queste ore sono valutati dal nostro ufficio legale e da quello di Magnolia che per noi produce Masterchef, crediamo che il tema principale sia evidenziare come quanto avvenuto rischia di aprire una porta sino ad oggi tenuta chiusa da tutti gli operatori dei media in Italia e all’estero. Se quanto fatto ieri da Striscia fosse la normalità, sarebbe infatti impossibile, da domani, organizzare in Italia anteprime di film, presentazioni di fiction, di libri, di spettacoli teatrali, perché il finale degli stessi rischierebbe di essere costantemente rivelato. Oggi ci interessa soprattutto ribadire che a Sky quella porta continueremo a tenerla chiusa, perché crediamo che il rispetto per il pubblico così come per chi per mesi ha lavorato ad un prodotto culturale – sia anche un talent show di intrattenimento – sia e resti la cosa più importante"

E mentre in Italia si parla di spoiler, di regolamenti infranti e di regole di "buon vicinato" tra emittenti concorrenti tutto è pronto per l'atto finale di MasterChef che si consumerà questa sera alle 21.10 su SkyUno. Al di là del nome del presunto vincitori i finalisti sono tre:

Stefano Callegaro, 42 anni, agente immobiliare di Cento (FE). Cucina da quando era piccolo, osservando la nonna e la mamma.  E’ la sua strada per raggiungere la felicità. Durante la gara è sempre stato corretto ed umile. Uomo di sostanza e di classe contadina rischia di farsi fregare dall'emotività e dalla forte sudorazione. Nel corso delle puntate ha annunciato che sarebbe presto diventato padre

Amelia Falco, 26 anni, studentessa di economia di Piana di Monte Verna (CE). E’ cresciuta tra i fornelli (il padre era uno chef) e spera che questa esperienza possa cambiarle la vita. In cucina è lucida e determinata. Non ha mai stra-fatto ed è andata avanti con la costanza e la tenacia di una vera maratoneta. Talento ed eleganza

Nicolò Prati, 21 anni, studente di agraria. Alleva, per passione, polli ornamentali. Cucina da quando era bambino ed è molto legato alle tradizioni della sua terra – e ai suoi animali. Ogni tanto ha avuto dei cali nelle prestazioni e chef Barbieri lo ha sempre riportato all'ordine accusandolo di aver un atteggiamento infantile. "Pupillo" di chef Cracco ha genialità da vendere e grazie alla fatica e al sudore sta imparando anche l'arte dell'umiltà.

 
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti