Schermata 03-2457088 alle 16.06.44
Televisione

Nicolò: "Grazie Striscia, mi hai dato visibilità"

Il secondo classificato a MasterChef ha così commentato lo spoiler del tg satirico. Amelia: "E' stato un colpo basso"

Ancora emozionati e scossi per la celebrità concessa dalla vetrina di MasterChef Nicolò Prati e Amelia Falco hanno incontrato fans e giornalisti per raccontare la loro esperienza all'interno della cucina del cooking show di Sky.

"Rivedersi in tv - ha raccontato Nicolò - è stato come rivivere i momenti della gara ed è stato molto emozionante e anche istruttivo"

Come avete vissuto le polemiche legate allo spoiler del vincitore"

Nicolò: "Inizialmente mi ha dato molto fastidio, ma adesso ringrazio Striscia per la visibilià che mi ha dato. Io non ho niente da nascondere.

Le persone intelligenti hanno capito che era una cosa senza capo né coda. Di conseguenza non mi hanno toccato le critiche perché io sono pulito. Inoltre per la mia età e per la mia storia scolastica è umanamente impossibile che abbia fatto lo stage da Sadler. Io non niente da nascondere e neppure sapevo che avesse un ristorante a Milano"

Amelia: "Secondo me è stato scorretto voler rivelare la classifica, è stata una mancanza di rispetto verso i telespettatori. Hanno rovintato il gioco a tutti e per rispetto di chi lavora e chi guarda MasterChef era giusto che si mantenesse il segreto fino alla fine".

Cosa vi ha insegnato l'esperienza a MasterChef?

Amelia: Si impara molto perché si impara dagli errori che si commettono. Abbiamo vinto delle prove e ne abbiamo perse altre. Sono state le cadute a darci la grinta per rialzarci. Ho imparato una cosa che non riguarda solo la cucina, ma la mia persona in generale: ho imparato a credere in me stessa e a superare i miei limiti. E' la cosa di cui vado più fiera.

Nicolò: Sono entrato che ero un ragazzino e ho scoperto che cucinare è quello che voglio fare nella vita.

Cosa ne pensate dell'ingresso in giuria di chef Cannavacciuolo?

Amelia: Sarà dura per i concorrenti dell'anno prossimo. Sarà ancora più emozionante. Cannavacciuolo porterà tantissimi insegnamenti agli allievi con la sua esperienza e con la sua umanità

Tornando indietro che errori non faresti?

Amelia: Tornando indietro farei quella domanda che non ho fatto sulla mozzarella a chef Marziale. Arrivati a quel punto della gara ti manca la lucidità. Guardando da casa mi sono chiesta perchè non ho fatto quella benedetta domanda...

Dopo MasterChef cosa è successo?

Nicolò: Fino all'altro giorno ero a casa a fare nulla. Visto che chef Cracco mi ha detto di andare a fare un giro nella sua cucina coglierò l'occasione e sarà la mia vittoria entrare nella sua cucina. Io Cracco l'ho visto come una figura paterna. Mi ha criticato nella mainiera più dura, ma lo ha fatto per il mio bene e le critiche servono tantissimo. Alla fine del percorso lui ha capito quanta sia la mia passione e adesso inizierò da lui la mia strada in cucina. Mi presenterò come stagista e poi vedremo.

Amelia: Ancora più di prima non riesco a stare senza cucinare, continuo a sperimentare e dovevo uscire di casa per imparare ancora di più, ma uno non può uscire da MasterChef e considerarsi uno chef, c'è ancora tanto da studiare. Quando sarò pronta aprirò il mio ristorante e tenterò di valorizzare i prodotti del mio territorio 

A chi sta pensando di fare i casting cosa consigliereste? 

Amelia: Di pensarci bene perchè è un'esperienza bellissima, ma anche molto difficile e pesante

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti