Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Televisione

La nuova stagione tivù minuto per minuto

Novità (poche), eventi imperdibili (alcuni) e programmi a rischio flop (tanti). Ecco la stagione televisiva vista da due critici inflessibili

Geppi Cucciari e Simone Annicchiarico (Olycom)

La televisione ai tempi della crisi. Dopo un'estate di repliche e saccheggi dagli archivi, riparte la nuova stagione. La parola d’ordine? Rischiare poco. Meglio puntare sull’usato garantito, che tradotto significa riproporre format consolidati e schierare in video i soliti noti acchiappa share. Palinsesti rassicuranti (anche per gli inserzionisti), ma non fotocopia: non mancano le novità e qualche tassello è ancora da svelare. Panorama.it ha chiesto qualche previsione a due esperte di tivù: i programmi cult, gli eventi da non perdere (e quelli da evitare) e i personaggi a rischio il flop.

PECHINO EXPRESS. In attesa della riconferma ufficiale dell’Isola dei famosi, Rai Due punta sul nuovo reality condotto da Emanuele Filiberto: dieci coppie di concorrenti – un mix di volti noti e perfetti sconosciuti - si sfidano per arrivare a Pechino, percorrendo 10 mila chilometri con in tasca solo due euro al giorno. “Sulla carta è un bel progetto, un’idea carina. Però il fatto che sia registrato e senza conduzione in studio mi lascia qualche dubbio: i reality registrati non funzionano mai molto sulle generaliste. Quanto alla conduzione di Emanuele Filiberto, sono un po’ perplessa” dice Alessandra Menzani, responsabile delle pagine di spettacoli di Libero.

LARGO AI (NON) GIOVANI.“Le generaliste preferiscono i mediani alla Gerry Scotti e Carlo Conti, che in silenzio e senza clamori portano a casa i risultati. Oppure sulla professioniste collaudate alla Maria De Filippi e Antonella Clerici" sottolinea la critica de La Stampa, Alessandra Comazzi. "Tra i veterani spicca Pippo Baudo: ha debuttato lunedì su Rai Tre con Il viaggio, programma on the road per l’Italia. Bravo. Ha saputo reinventarsi ancora una volta uscendo dai suoi schemi: per dirla alla Jovanotti, Pippobaudo ormai è un aggettivo”.

PARODI SISTERS. Non solo Benedetta. Su La7 debutta l’altra sorella Parodi, Cristina. Abbandonati i lidi sicuri del Tg5, si tuffa nel Cristina Parodi Live. “E’ uno dei debutti più attesi della stagione. Come molti, sono curiosa di vederla alle prese con questo nuovo programma perchè il suo stile mi è sempre piaciuto molto: a Verissimo aveva impresso una conduzione molto personale e interessante. Spero che non cambi registro, che non si “snobbizzi” troppo ora che è passata a La7” chiosa la Menzani.

NOVITA’ IN SALSA ROSA. “Le novità più interessanti sono tutte al femminile e concentrate su La7: a partire dal nuovo show di Teresa Mannino, che potrebbe essere una bella rivelazione in una stagione un po’ piatta” anticipa la critica de La Stampa. “Poi c’è Geppi Cucciari, che oltre a G-Day nel preserale, dovrebbe esordire in prima serata il venerdì sera con un altro programma. Per il resto, ci propongono la solita zuppa”.

DAL BILLIONAIRE A CIELO. Dall'America, dove è un grande successo, sbarca da metà settembre su Cielo The Apprentice, il reality show sul mondo del business. Il Donald Trump italiano? Flavio Briatore da Verzuolo, all’esordio come conduttore. Per Alessandra Menzani il programma è certamente curioso. “Non tanto per Briatore, quanto per il format in sé: in questo periodo di grande crisi si parte da un’idea vincente visto che, almeno nelle premesse, si punta a premiare la meritocrazia”.

TUTTI PAZZI PER LE FICTION. Occhio alla fiction, corazzate su cui Rai Uno e Canale 5 puntano per vincere i periodi di garanzia. La Comazzi scommette sul successo di “alcuni titoli corposi, come la fiction sulla spedizione sul K2, con Massimo Poggio, o quella su Modugno, con Beppe Fiorello e Kasia Smutniak”. Mediaset rispondere, tra le altre novità, con Gabriel Garko e coi cult prodotti dalla Taodue, vedi Ris-Roma e Squadra Antimafia.

GLI EVENTI. Il Festival di Sanremo è per ora l’unico vero evento televisivo. Il live di Celentano all’Arena di Verona rischia di diventarlo. ”Attenzione poi allo show di Vasco Rossi: se ne parla da molto e potrebbe concretizzarsi” anticipa Alessandra Menzani. “I tempi in quel caso sono più lunghi, ma se andrà in porto, farà il botto”. Per gli appassionati, imperdibili poi MasterChef e X Factor, che secondo la Menzani “hanno però perso il fascino della novità”. Quanto ad X Factor, ancora più severa la Comazzi. “E’ più un fenomeno di costume che non un successo in termini di numeri. Quelli restano sempre molto risicati, nonostante il programma sia ben fatto”.

DOMENICA A RISCHIO. Da anni annaspano e perdono pubblico, ma i contenitori domenicali resistono. Le novità? La Cabello senza calcio su Rai Due e la sorpresa Alessio Vinci su Canale 5, dopo anni di dominio femminile. Terreni scivolosi per entrambi, stando alle due esperte. Per la Comazzi “Cabello è brava ma sconta il fatto che Quelli che… da tempo è di un varietà, visto che di calcio si parla appena: il problema è che per essere un varietà va in onda nell’orario sbagliato. Quanto a Vinci mi sa che avrà un bel po’ di problemi”. Dello stesso avviso la giornalista di Libero: “Non m’ispira affatto la domenica di Alessio Vinci. Già non brillava a Matrix, figuriamoci in un format logoro come il contenitore domenicale, benché sarà improntato sull’informazione”.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>