Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Televisione

Kendall e Kylie Jenner: "Siamo il lato bon ton di casa Kardashian"

Dal reality più trash d'America, ecco le sorellastre di Kim Kardashian. Pronte a scalare lo showbiz a colpi di gossip

Le Jenner sister

In America sono già un fenomeno. Ora le piccole Kardashian vogliono conquistare l'Europa. – Credits: (La Presse)

Le Kardashian non sbagliano un colpo. Mentre il fenomeno Kim impazza senza sosta su Twitter, la seguono quasi sedici milioni di follower, la dinastia più trash d’America ha sfornato altri due astri nascenti: Kendall e Kylie Jenner. Se in Italia sono ancora pressoché sconosciute al grande pubblico, Oltreoceano sono già due celebrità. “Starlet or streetwalker?”, starlette o sgualdrine, ha chiesto l’irriverente (e rifattissima) Joan Rivers intervistandole nel suo show su E!. In attesa di spiccare il volo, giocano a diventare famose ma senza contendere lo scettro di reginetta del cattivo gusto alla sorellastra Kim.

AFFARI DI FAMIGLIA.

Appena adolescenti, Kendall ha 17 anni e Kylie appena 15, sono già lanciatissime in svariati business. Solo grazie alla pubblicità sul loro sito, incassano quasi un milione di euro l’anno. Oltre ad aver commercializzato una linea di accessori e abbigliamento che ha conquistato le teenager, sono testimonial degli smalti Kardashian e di alcune griffe minori. Regista (per niente occulta) delle Jenner sisters è mamma Kris: l’inarrestabile tycoon degli affari di famiglia, nel 2011 è riuscita a far fruttare all’“industria” Kardashian quasi 65 milioni di dollari. Alla faccia di Boycott Kim, la petizione che ha provocatoriamente lanciato la rivolta via web contro l’emblema delle “famose per essere famose”: ha raccolto oltre un milione di firme, poi ha chiuso quando gli avvocati dei Kardashian hanno minacciato querela.

SORELLE BON TON (PER ORA).

E' soprattutto grazie ai reality incentrati sulle loro vite che il clan del gossip Usa alimenta la loro notorietà e rimpingua le casse: un circo cafonal che mescola vacanze di lusso, scene di sesso, party, liti e interminabili sessioni tra estetiste e parrucchieri. E mentre Kim s’impone come icona sexy-senza talento, capace comunque di strappare cachet da 250 mila dollari ad apparizione, le sorelline si dimostrano decisamente più bon ton. Tanto che persino il sobrio Teen Vogue ha dedicato al fenomeno Jenner la copertina di marzo.

SCALATA A TUTTO GOSSIP.

La scalata allo showbiz è dunque partita. Entrambe usano Twitter come strumento di autopromozione, sfiorando i tre milioni di contatti a testa, non si perdono un evento e un tappeto rosso tra Los Angeles e New York e sono considerate tra le it-girl del momento. Kendall, che avrebbe avuto un flirt con Justin Bibier, è stata scelta come testimonial della Vogue Fashion Night Out di settembre a Beverly Hills. Kylie invece fa parlare di sé per il love affaire con l'idolo delle giovanissime Cody Simpson, il cantante australiano suo coetaneo. Flirt e pettegolezzi lontani anni luce dagli eccessi della sorellastra Kim. Ma in America, i più maligni già incoronano le Jenner sisters come le nuove eredi delle sorelle Hilton.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>