Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Televisione

Kate Middleton, le foto in topless? Avrebbe dovuto essere più attenta (oppure no)

Le foto della duchessa di Cambridge hanno fatto discutere molte donne di spettacolo: da Valeria Marini ad Adriana Volpe, da Rosanna Banfi a Debora Caprioglio e Laura Freddi. E su Twitter...

La duchessa di Cambridge

La duchessa di Cambridge con il principe William – Credits: LaPresse

E' un vero e proprio affare di Stato a livello planetario quello che ha investito Kate Middleton. Le foto pubblicate per la prima volta dal settimanale Closer, e le recenti che adesso ritraggono la duchessa di Cambridge in completo deshabillée, stanno facendo discutere i mass media a livello internazionale e hanno coinvolto in prima persona personaggi pubblici di casa nostra timorosi di veder compromessa la propria privacy. Insomma, alla fine, la moglie del principe William è stata troppo ingenua a spogliarsi su una terrazza che affacciava su un luogo pubblico, oppure aveva diritto alla propria intimità? E che cosa dovrebbe adesso fare la duchessa per ridare dignità alla propria immagine? Panorama.it l'ha chiesto ad una serie di personaggi femminili del nostro showbiz. Le loro reazioni sono state molto differenti ma motivate.

Cominciamo con Adriana Volpe, conduttrice della storica trasmissione di Michele Guardì, I fatti vostri, che torna su Rai2 dal prossimo lunedì."La legge a proposito della privacy dice che un personaggio non può essere fotografato e ripreso in atteggiamenti intimi dentro casa, in proprietà privata, cioè. Se però le fotografie vengono realizzate dalla strada, come nel caso della duchessa di Cambridge, vuol dire che il soggetto in questione, ovvero Kate, era visibile alle persone che passavano per quella strada. Voglio con questo sottolineare con forza che ognuno deve essere responsabile delle proprie azioni e soprattutto consapevole del ruolo che ricopre nella società e nel mondo. Quindi Kate non doveva mettersi in quella situazione se non voleva essere ripresa.

Doveva essere più smaliziata, perchè questo è lo scotto che pagano le persone famose", ribadisce Adriana Volpe. Che continua: "io non sopporto quei vip che vanno a Formentera e in Sardegna e poi lamentano di essere stati ripresi in atteggiamenti particolari.Se davvero non volessero essere fotografati non andrebbero nei luoghi della mondanità, ma in posti più tranquilli. Adesso alla duchessa non resta che attendere che il ciclone passi e torni il sereno".

"Se sei un personaggio pubblico, soprattutto dello spessore dei reali d'Inghilterra, devi sapere di essere esposto alla curiosità perenne dei mass media e quindi devi prendere le giuste precauzioni", afferma Valeria Marini attualmente impegnata nella presentazione della sua nuova collezione di abbigliamento dal nome Seduzioni Diamants. Prendere precauzioni significa non mettersi in situazioni a doppio taglio. Le foto di Kate sono state rubate in maniera impercettibile, con strumetazioni tecnologiche molto sofisticate. Nessuno avrebbe potuto rendersi conto di essere nell'obiettivo di una macchina fotografica.

Ma questo è il rovescio della medaglia della popolarità. Lo sappiamo tutti. Certo si è trattato di una violazione della privacy della duchessa, e lei ha ragione a non volere che le foto siano pubblicate, ma io, sinceramente, quel suo topless non lo trovo per niente scandaloso. E' una bella ragazza e basta".

"Se sei una futura regina, certi tiri mancini te li devi aspettare, non puoi far finta di essere una persona normale, neppure quando pensi di essere da sola e in vacanza", afferma Rosanna Banfi. " Certo, ognuno ha diritto alla propria privacy, ma in determinati casi l'attenzione non è mai troppa. Personalmente mi sono molto meravigliata dell'ingenuità della duchessa, caduta in un simile errore. Ma bisogna anche ricordare tutti i fatti simili che sono accaduti in passato.Tra questi eclatante fu il caso di Daniel Ducruet, il marito della principessa Stephanie di Monaco che fu ripreso ai lati di una piscina in atteggiamenti inequivocabilmente amorosi con un'altra donna. Quindi, proteggersi dai paparazzi diventa quasi obbligatorio. E lo si può fare solo stando molto attenti".

"Se sei in una proprietà privata  i fotografi  si intrufolano lo stesso, significa solo una cosa: che hanno superato i limiti. Ecco il motivo per cui i personaggi pubblici di rilevanza come Kate devono fare tutto con attenzione",  afferma Laura Freddi attualmente conduttrice di Vero  tv. " Bisogna sapere che la notorietà espone a ogni tipo di rischio. E lei fa parte della casa reale forse più nel mirino dei paparazzi, come dimostrano anche le foto del giovane principe Harry. Quindi prudenza per il futuro. Ma soprattutto sappia Kate che non è accaduto nulla di irreparabile".

"E' vero che la notorietà  porta come conseguenza la mancanza della privacy, ma ritengo impensabile che una persona umana non possa avere in un posto privato un momento di intimità". e' questo il pensiero di Debora Caprioglio, dal 2 ottobre al Teatro dell'Angelo a Roma con una storia d'amore e di stalking dal titolo Ti amo Maria. L'attrice continua ;Io capisco pure che la duchessa di Cambridge pensava di essere sola, ed eticamente quello che le è stato fatto, davvero non è giusto. Ma con i potenti mezzi della tecnologia moderna, un intruso è sempre una realtà da prendere in considerazione.

E bene ha fatto a chiedere il ritiro delle foto, ma purtroppo erano state già viste da tutto il mondo. Il danno morale si era consumato. A mio parere, adesso Kate non deve far altro che attendere la fine della morbosità planetaria su quelle foto. Niente è eterno, continui a comportarsi serenamente e semplicemente, come ha sempre fatto. In realtà quel topless non aveva nulla di scandaloso e lei, assieme al marito, con la spontaneità della gioventù, riuscirà  a far dimenticare questa avventura".

La discussione sulla faccenda Kate Middleton ha acceso anche i social network. Su Twitter, molti vip scrivono che una futura regina deve essere attenta ai propri comportamenti, mentre le donne comuni sono dalla parte della duchessa di Cambridge e ne difendono il diritto alla privacy, affermando che anche una futura regina prima di essere tale è una donna. E sottilineando che a tutto c'è un limite, anche all'invadenza dei paparazzi.

Insomma, almeno in Italia, sembra giunto il momento di mettere la parola fine a questa vicenda.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>