Televisione

Hell's Kitchen Italia, si mischiano le carte e si stringe il cerchio

Gene sempre più leader nel giorno dell'addio a Gianluca

Il momento dell'addio di Gianluca – Credits: Twitter

Si mischiano le carte, si cambiano gli equilibri per cercare di centrare la brigata di cucina perfetta: è quanto sta accadendo a Hell's Kitchen Italia nelle ultime puntate. Dopo l'addio a Lillo, la scorsa settimana, il cerchio attorno al possibile vincitore si stringe e chef Cracco, sempre più marine ed esigente, cerca di mettere gli aspiranti executive chef del primo ristorante italiano a marchio Hell's Kitchen il più possibile in difficoltà.

MISERIA E NOBILTA' - Ecco allora che la prima delle due puntate andate in onda su Sky Uno Hd ieri si è aperta con il cambio di casacca di Sybil: cuoca efficiente ed infaticabile che, però, nella cucina rossa - a causa delle frizioni con Carmelo - non è riuscita a dare il meglio. Gli uomini hanno accolto la nuova arrivata con entusiasmo e nella prima prova hanno portato a casa una bella vittoria. Immersi in due vasche di ghiaccio (nelle quali i mal capitati sono dovuti entrare) c'erano dei biglietti con scritti una serie di ingredienti: alcuni pregiati (come scampi scozzesi, tonno rosso, piccione e scamone) e altri umili (come l'ano di gallina, le palle del toro e le orecchie del maiale). Un rosso e un blu per volta avevano il compito di pescare (a rischio di congelarsi) un ingrediente pregiato prima dell'avversario per affibbiare al mal capitato cervella o ano di gallina da cucinare (e da far assaggiare a Cracco).

IL FASCINO DELL'ORIENTE - Al fotofinish hanno vinto i blu che hanno guadagnato una lezione di cucina thailandese col famoso chef Chumpol che ha mostrato loro i trucchi dei più celebri piatti del suo repertorio in vista di un servizio serale tutto dedicato alla Thailandia. I rossi, mentre i blu osservavano il maestro, avevano gli occhi bendati e potevano solo ascoltarlo. Nonostante l'handicap anche la squadra rossa se l'è cavata piuttosto bene durante il servizio e, infatti, chef Cracco ha deciso, per la prima volta, di non eliminare nessuno, ma di invertire un'altra casacca e così Gene e Carmelo si sono scambiati di squadra con buona pace di Sybil che ancora una volta si è trovata a cucinare con l'indigesto collega.

GASTRONOMIA STELLATA - La nuova giornata nel loft di Hell's Kitchen si è aperta con la "gita" da Peck dove è stato possibile fare una spesa di lusso "azzeccando" gli ingredienti migliori nascosti sotto ad alcune cloches numerate. Più fortunati sono stati i rossi che hanno pescato carne rossa, tartufo d'Alba, caviale di Beluga e polenta. I blu si sono dovuti accontentare di panna, primo sale, culatello e fois grois. Con gli ingredienti di Peck le due squadre hanno prodotto un piatto a testa da far assaggiare a chef Cracco e, nonostante i blu fossero partiti svantaggiati, hanno portato a casa la vittoria.

CENA TRA AMICI - Il servizio serale stava piuttosto a cuore a chef Cracco in quanto a tavola c'erano due amici speciali dello chef: Beppe Bergomi e famiglia e Fabio Caressa col fratello. Gene e Carmelo, oltre al lavoro in cucina, sono stati chiamati a servire gli ospiti di Cracco con esiti piuttosto imbarazzanti. Il servizio è stato, in generale, disastroso e per portarlo a termine Cracco ha chiesto l'aiuto ai suoi sous chef che, quando tutto sembrava perduto, hanno preso in mano le redini della cucina e portato a conclusione la serata. "Le parole d'ordine nella mia cucina - dirà chef Cracco - devono essere efficienza ed eleganza e invece stasera è stato tutto approssimativo". I migliori, a giudizio di Cracco, sono stati Sybil e Gene e davanti al giudizio di Cracco sono finiti Francesca (colpevole di non metterci abbastanza anima in cucina) e Gianluca reo di un servizio disastroso. Proprio a Gianluca è toccato lasciare Hell's Kitchen mentre Gene, preso in disparte da Cracco in dispensa, ha avuto la sua bella lavata di capo. "Tu sei un leader  - gli ha detto Cracco - quando ti deciderai a prendere in mano la tua squadra?"

© Riproduzione Riservata

Commenti