Televisione

Hell's Kitchen: decimati gli uomini, a casa Lillo e Tommaso

Si stringe il cerchio attorno ai migliori cuochi in servizio all'inferno 

Lillo al momento del saluto con chef Cracco – Credits: Twitter

Sono rimasti in otto a contendersi un biglietto di sola andata per l'inferno. La pressione all'interno della cucina di Hell's Kitchen è salita alle stelle e i concorrenti ancora in gara sono disposti a tutto pur di accaparrarsi un posto da Executive chef nel primo ristorante a marchio Hell's Kitchen in Italia al Forte Village in Sardegna. Nelle due puntate andate in onda nella serata di ieri su Sky Uno Hd sono stati eliminati Tommaso e Lillo.

FESTA PER BAMBINI - Per la prima volta il ristorante ha aperto anche a pranzo per un servizio del tutto particolare: ad un numero impressionante di bambini bisognava servire, il più in fretta possibile, spaghetti, hamburger con patatine e profitteroles al cioccolato. Una gara di velocità vissuta sul filo di lana che ha visto la vittoria, per un solo punto, della squadra rossa. All'interno dei blu la presenza del nuovo arrivato, Tommaso, resta sempre più un mistero. L'uomo appare incapace anche di friggere le patatine e il sospetto che in realtà si tratti di un attore infiltrato si insinua in più d'una persona. Tommaso rappresenta un ostacolo per l'intera squadra: è lento, goffo e sembra non curarsi della sua inadeguatezza. A causa sua i blu perdono la gara e devono ripulire la sala devastata dal passaggio dei bambini mentre i rossi si godono il meritato relax in un parco acquatico.

FILETTO FLAMBE' - Il servizio serale prevede l'introduzione di un nuovo piatto nel menù: si tratta di filetto mignon al pepe verde con timballo di carciofi e patate da preparare direttamente al tavolo. Cracco affida il compito a Laura e Matteo che se la cavano piuttosto bene (nonostante Matteo dimentichi il sale in un paio di circostanze). La partenza, però, in cucina, è tutta in salita. Tommaso e Lorenza, alle prese con le capesante, non ne fanno una giusta. Tommaso per presunta infermità mentale, mentre Lorenza accusa Sybil di non aver scelto con attenzione le capesante che sarebbero vecchie. Superato l'ostacolo antipasto il servizio procede spedito anche se, a causa dell'inadeguatezza di Tommaso e degli errori di Matteo col filetto ad aver la peggio, alla fine, sono gli uomini. Gene, il migliore dei blu, manda davanti al giudizio di Cracco Tommaso e Matteo. Lo chef infernale sceglie - finalmente - di mandare a casa l'inutile Tommaso che se ne va dopo aver dato una strizzata ad un'incredulo Cracco.

TUTTI AL MERCATO - Il secondo episodio si apre al supermercato. Lì i concorrenti sono venuti a conoscenza della mission dei giorno: fare la spesa per preparare due piatti regionali a testa. Tra scaffali, mensole e carrelli in dieci minuti gli chef hanno afferrato il più possibile presentando a Cracco il proprio menù. Dopo un'attenta selezione lo chef degli chef ha deciso di far cucinare solo Matteo, Gene, Sybil e Laura. Dei quattro piatti, però, Cracco ne assaggerà solo uno per squadra. Sybil, contro il parere delle compagne, propone il suo, mentre tra i blu a compiacere le papille gustative dello chef ci penserà Matteo che vince la prova. Mentre ai blu, vincitori, viene concesso un giro per cantine ad assaporare i vini regionali, le rosse preparano la linea. 

PIATTI NUOVI, VECCHIE CRITICHE - Tornati nei loft blu e rossi hanno avuto il compito di aggiungere il proprio menù a quello del ristorante, ma i piatti proposti non piacciono a Cracco che chiede a rossi e blu di migliorare le proposte. L'inizio del servizio è caotico come i piatti da cucinare. Le postazioni non vengono rispettate, gli chef brancolano nel buio e la cucina fa fatica ad ingranare. I rossi hanno più richieste da parte dei clienti che gradiscono maggiormente il menù; i blu si riprendono con la porchetta di Gianluca mentre gli gnocchi di Lillo sono un disastro. Perdono, ancora una volta, i blu e in nomination finiscono Lillo e Gene reo di non aver in minima parte contribuito alla stesura del menù. Ad aver la peggio, però, è Lillo che lascia la cucina di Hell's Kitchen.

© Riproduzione Riservata

Commenti