Giovanni Floris: chiude 19 e 40. E ora che farà?

La striscia pre tg registra ascolti bassissimi. Cairo vuole chiuderla e sta pensando a quale seconda trasmissione affidare al giornalista

Giovanni Floris

Giovanni Floris – Credits: Ansa

Antonella Piperno

-

Colpo di scena (piuttosto annunciato, però) a La7. Lunedì 27, fortunatamente risanata, Lilli Gruber torna in tv di nuovo in sella al suo Otto e mezzo dove in questo mese di assenza l’ha rimpiazzata Giovanni Floris. Il «supplente» viene sollevato dall’incarico e per lui non si tratta del solo boccone amaro da digerire. Pare proprio (lo annuncia Dagospia e per ora la rete ha scelto di «non commentare») che il suo 19 e 40, programma traino (si fa per dire) al tg di Mentana, sospeso con il trasferimento temporaneo ad Otto e mezzo, verrà definitivamente depennato.

Gli ascolti da condominio (veleggiava su una media dell’1,7 per cento) hanno spinto Urbano Cairo a mettere fine alla trovata simil-striscia di Biagi. Cairo però ha pure detto di credere fermamente che Floris debba occuparsi di due trasmissioni (più che altro lo dice il suo contratto) e quindi a La 7 stanno valutando dove altro piazzarlo. Di sicuro si sa che il raddoppio sarà nella fascia serale. Dove, è arduo stabilirlo, essendo il palinsesto in overbooking di talk-show e serie vincenti. Ricapitolando: il lunedì c’è Corrado Formigli, il martedì lo stesso Floris, il mercoledì la fruttuosa decima serie di Grace Anatomy, il giovedì Michele Santoro, il venerdì Maurizio Crozza, il sabato un film o una serie tv, la domenica Gianluigi Paragone con la sua Gabbia. A dover scommettere qualcosa si dovrebbe puntare sul sabato sera (ma il flop di Serena Dandini nel 2012 dovrebbe aver insegnato qualcosa) o su un cambio della guardia con La Gabbia di Paragone. Che non se la passa troppo bene.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Otto e Mezzo: Floris sostituisce la Gruber, sospeso per ora 19e40

Da stasera cambio "temporaneo" alla guida del talk politico. Caos ascolti a La7: per Mentana "si naviga a vista"

Floris costa caro anche alla Cairo pubblicità

Il patron di La7 difende il suo conduttore. Ma agli inserzionisti aveva promesso ben altri ascolti. Ecco le cifre

La disfida dei talk: Giannini cresce, Floris cala

I due programmi sommati fanno meno del “Ballarò” dell’anno scorso

La disfida dei talk: Giannini e Floris, sfida al ribasso

Il crollo dei talk show: sia Ballarò che diMartedì perdono per strada parecchi spettatori

Commenti