Elisabetta Gregoraci Made in sud
Televisione

Elisabetta Gregoraci: "Dopo Made in Sud, pronta a condurre un programma tutto mio"

"Ho detto no all'Isola dei Famosi", svela la conduttrice del programma comico

Riparte questa sera su Rai Due Made in Sud, il programma comico che dopo l’approdo in prima serata è cresciuto negli ascolti fino a superare i 2 milioni e 300 mila spettatori dell’ultima stagione. Undici gli appuntamenti previsti per questa nuova edizione, in diretta dall’Auditorium Rai di Napoli, con un nuovo carico di comicità: riconfermata la conduzione a quattro con Gigi e Ross, Fatima Trotta ed Elisabetta Gregoraci, che Panorama.it ha intervistato a poche ore dalla prima puntata.

Elisabetta, sei entrata nel cast di Made in Sud nel 2012. È stato difficile inserirsi in un gruppo già rodato?

Si conoscono e lavorano assieme da otto anni. Ti confesso che all’inizio avevo un po’ di timore perché entrare in un gruppo ben formato, non sempre è facile. Invece mi sono trovata benissimo, come se ci fossi stata dall’inizio. Questo traspare anche sul palco: c’è molta sintonia, scherziamo, ci prendiamo in giro anche nel backstage.

Come ti trovi con i tuoi compagni di conduzione Gigi e Ross e Fatima Trotta?

Benissimo. Quando mi hanno chiamato per fare il provino avevo un po’ di timore perché la conduzione a quattro non è facile. Io poi arrivavo da varietà come Buona Domenica, dunque da un contesto molto diverso: a Made in Sud i tempi sono fondamentali, per questo studio tutto, anche il copione degli altri, altrimenti il rischio è di ritrovarsi fuori tempo.

Dagli esordi di Miss Calabria alla prima serata di Rai Due. Te lo saresti mai immaginato?

No, per nulla. Ma posso dirti in tutta onestà che fare un programma comico era un mio sogno.

Che novità avete preparato per questa nuova edizione di Made in Sud?

Durante la conferenza stampa di presentazione gli autori mi hanno rivelato che farò Rocío, la spagnola di Sanremo. Ma sono previste tante altre novità: saranno tre ore divertenti e di grandi risate.

Perché secondo te il programma è cresciuto così tanto negli ascolti?

Perché la gente ha voglia di sorridere e di tenere la testa libera dai problemi per qualche ora. La formula funziona e noi continueremo a far ridere grazie ai comici strepitosi che compongono il cast.

Guardando al tuo passato lavorativo, c’è qualche programma che non rifaresti?

Rifarei tutto, perché anche le cose meno belle t’insegnano qualcosa. Cerco di vederla sempre così sempre, anche nelle esperienze a cui la vita ti mette di fronte. Tra i ricordi più belli c’è senza dubbio Buona Domenica: il secondo anno l’ho preferito al primo, perché conducevo e presentavo gli ospiti. È un’esperienza che mi ha dato tanto e non solo in termini di visibilità: cinque ore di diretta sono una palestra pazzesca.

Dopo Made in Sud hai già in ballo dei nuovi progetti televisivi?

Ci sono dei progetti nuovi e interessanti, ma per ora non aggiungo altro. Più avanti magari capiterà una conduzione in solitaria con un programma tutto mio ma per adesso mi godo Made in Sud.

E tuo figlio Nathan che dice quando ti vede in tivù?

Mi guarda solo quando sono con lui, perché ancora non riesce a capire come faccia ad entrare nella televisione e ci resta male. L’ho portato a vedermi dal vivo quando ho fatto una serata con i comici di Made in Sud a Sanremo ed è stato molto emozionante vederlo seduto in prima fila che mi mandava baci.

Pronta ad incassare anche quest'anno le critiche di Aldo Grasso del Corriere della Sera?

(ride) Mi massacrò già ai tempi di Libero con Teo Mammucari e portò bene a me e alla trasmissione. Ci sono pregiudizi verso di me, però in questi anni penso di aver dimostrato di essere all’altezza, simpatica e sono sicura che avrà cambiato idea. E se non ha cambiato idea me ne farò una ragione.

Anche sui social gli haters si scatenano contro di te.

Su Instagram e Facebook sono molto amata.

Come sei diplomatica. Tuo marito, Flavio Briatore lo è molto di meno, specie su Twitter. Lo sgridi per questo?

(ride) Delle volte sì. Ma ognuno ha il proprio carattere e la propria personalità. Io sono sempre peace and love e non mi piace mai attaccare.

A parte Ritorno al presente, condotto da Carlo Conti, non hai mai partecipato ad un reality. È un’esperienza che ti piacerebbe fare?

Mi l’hanno chiesto due o tre volte di partecipare all’Isola dei Famosi ma ho sempre detto di no: non è nelle mie corde.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti