Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Televisione

Miss Italia, polemiche in attesa della finalissima

La gara di bellezza di Rai1 fa discutere: le Veneri in passerella devono essere mute o parlanti? Ed è giusto che sfilino in costume intero?

Miss Italia

Miss Italia 2012 – Credits: (Olycom)

 Polemiche e Miss Italia vanno a braccetto. Ogni anno, come accade anche per il Festival di Sanremo, la più importante gara di bellezza di made in Italy, suscita discussioni e pareri differenti. Quest'anno sono due i maggiori argomenti sui quali si è concentrata l'attenzione dei mass media e di Twitter: le Miss devono parlare, discutere, esprimere le proprie opinioni, oppure è meglio che stiano zitte? E ancora: perchè non lasciarle sfilare in bikini come gli anni passati, invece di ricoprirle con un costume intero molto "ancien regime" televisivo?

Quest'anno, infatti, nonostante la crisi abbia di nuovo ridimensionato l'elezione della reginetta su Rai1 a solo due serate, le candidate al titolo hanno avuto vari momenti dialoganti. A gruppi hanno risposto alle domande che porgeva loro Fabrizio Frizzi, il padrone di casa. Si chiedeva alle Miss di esprimere la propria opinione sull'amore, la precarietà del lavoro, la possibilità di coniugare carriera e famiglia. Insomma argomentazioni scontate alle quali venivano date risposte altrettanto scontate, certamente studiate a tavolino e imparate quasi a memoria, vista l'emozione del momento. Alcune se la son cavata benino, altre meno.

"Le ragazze di Miss Italia, ma anche quelle di altri provini, mettono in campo la loro capacità di performance" dice Mario Morcellini, preside della facoltà di Scienze delle Comunicazioni dove insegna Sociologia della Comunicazione. "Prima erano quasi balbuzienti quando le si invitava a parlare. In questo contesto hanno lavorato molto bene i casting per la selezione delle candidate. La sensazione che si è avuta, questa volta, è che le candidate sono pronte anche ad accettare un rifiuto, un risultato negativo, perchè persino l'essere scartate può rappresentare un evento da inserire nel proprio curriculum. In questo senso sono più preparate e smaliziate e si azzardano a parlare" E sullo svecchiamento della kermesse, Morcellini conclude: "per avvicinare il concorso ai giovani bisognerebbe rivoluzionare la conduzione. Riconoscendo a Frizzi professionalità e competenza, c'è bisogno di un giovane tra i giovani sul palcoscenico di Miss Italia".

Sull'argomento Venere muta o parlante alla kermesse di bellezza, sono intervenuti anche due signori dell'informazione, Vittorio Feltri e Enrico Mentana, ospiti della prima puntata del nuovo programma Cristina Parodi live, su La7. "Bando all'ipocrisia, Miss Italia non è scelta perchè deve discettare sulle leggi dell'astronomia, però, spesso è meglio che le candidate stiano zitte. Si evita di far dire loro delle banalità" sottolinea il direttore del Tg La7- E Feltri: "che parlino o stiano zitte, per me è uguale. Il concorso mi mette tristezza"

A difendere la scelta delle Miss parlanti è sceso in campo lo stesso Fabrizio Frizzi. "Questi momenti consentono al pubblico da casa di conoscere un po' meglio le ragazze. Anche esprimendosi brevemente, le candidate riescono a comunicare la loro opinione" afferma il padrone di casa.

Altra diatriba: costume intero si, costume intero no. Molti sono in disaccordo con la scelta di Patrizia Mirigliani patron del concorso, di eliminare il bikini e far indossare alla ragazze il costume olimpionico poco sgambato. "Non solo in sintonia con Patrizia Mirigliani, nonostante io pensi che le donne oggi siano troppo esposte in tv con il proprio corpo, perchè Miss Italia è un'altra cosa", afferma Roberta Capua, ex reginetta di bellezza. Anche su Twitter i pareri sono discordanti. Il social network discute con leggerezza sull'argomento senza prenderlo troppo sul serio. Però c'è da dire che gli italiani sono ancora affezionati al concorso di bellezza. Nonostante l'inizio anticipato per lo spostamento in avanti della stagione autunnale, la prima serata di Miss Italia ha avuto un ascolto di 3.059mila spettatori con il 18,20% di share. C'è stato un incremento di 200mila spettatori rispetto al 2011 e lo share è aumentato di poco più di due punti. Per la finalissima ci si attendono risultati ancora maggiori.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>