Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Televisione

Clerici vs De Filippi, la prima sfida autunnale della televisione generalista

Rai1 e Canale 5 si scontrano in prime time e mandano in onda le due primedonne padrone di casa rispettivamente di Ti lascio una canzone e C'è posta per te

Ti lascio una canzone - Credits: Kika Press

Credits: Kika Press

Domani sera comincia ufficialmente la stagione autunnale di Rai1 e Canale 5 con la prima sfida del sabato sera. Un inizio anticipato rispetto agli anni scorsi, perchè le due reti hanno bisogno di riprendersi tutto il pubblico perduto durante la lunga estate di estenuanti repliche. Ma soprattutto hanno bisogno di riconquistare gli inserzionisti pubblicitari e assicurare nuovi introiti alle casse delle rispettive aziende, visto che nell'anno in corso le perdite, legate alla diminuzione degli spot, sono state consistenti. Niente di meglio, allora, per risensibilizare pubblico e pubblicitari che iniziare la stagione con due leonesse del calibro di Antonella Clerici e Maria De Filippi.

Le due conduttrici sono abituate a scontrarsi con le loro creature televisive. Accade oramai da alcuni anni. Nel 2011, ad esempio, le prime puntate delle rispettive trasmissioni, andarono in onda sabato 17 settembre. Maria De Filippi e i suoi postini consegnarono a Canale 5, rete di riferimento, 4.517.000 spettatori con il 23,19% di share. Antonella Clerici, la sfidante, riuscì a fronteggiare bene la concorrenza conquistando 4.342.000 affezionati fan dei piccoli canterini con il 21,27% di share. Il confronto tra le due primedonne che la domenica mattina si telefonano per scambiarsi commenti sul responso dell'Auditel, è continuato nel corso delle puntate con il predomio della De Filippi. Infatti la media dei telespettatori durante le dieci puntate di C'è posta per te, è stata di 4.761.000 spettatori con il 22,87% di share. Ti lascio una canzone, invece, si è dovuta fermare a 4.371.000 fan dei piccoli artisti canterini con il 19,47% di share.

Che accadrà quest'anno? Antonella Clerici parte molto gasata. Mi giocherò la mia partita, come succede da anni afferma. Maria ha un programma fortissimo, ma anche il mio è forte, solo che, nel tempo, è stato indebolito dalla fotocopia Io canto, andato in onda su Canale 5.  Poi annuncia dei cambiamenti nella struttura di Ti lascio una canzone. Invece lo schema di C'è posta per te resta uguale perchè collaudato da undici anni di continui successi. La novità di Ti lascio una canzone è la metamorfosi del programma in un vero e proprio mini-talent show con i bambini in gara tra di loro. Fino alla scorsa edizione erano le canzoni interpretate dai bambini a partecipare alla gara e a vincere. Adesso sono i piccoli a scontrarsi per conquistare la vittoria. Insomma lo show diventa competitivo. Vista l'età che hanno i giovani concorrenti, la nuova formula potrebbe non essere adatta, rischia di scatenare una lotta, invece di una sana competizione.

I piccoli saranno giudicati da una commissione di tre componenti, Cecilia Gasdia, Pupo e Massimiliano Pani, il figlio di Mina, giudice fisso del programma da alcuni anni. Inoltre a duettare con i protagonisti interverranno cantanti di grande spessore, ma in numero minore rispetto alle passate edizioni.

Infine una curiosità che riguarda  la presenza degli ospiti. Come lo scorso anno, Maria De Filippi avrà nello studio di C'è posta per te Gabriel Garko, tra l'altro in promozione perchè in settimana inizia la fiction L'onore e il rispetto di cui è protagonista. Dall'altra parte c'è da sottolineare che la Clerici rincorre da tempo Garko per averlo in una almeno delle puntate di Ti lascio una canzone, ma finora, i tentativi sono stati vani. Altro ospite della De Filippi è Alessandro Siani, garanzia di grandi ascolti. Insomma la De Filippi è in una botte di ferro. La Clerici dovrà difendersi, come sempre onorevolmente.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>